Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Manifestazione transnazionale contro il traffico al Monte Bianco

Demonstranten in Chamonix gegen den Transitverkehr.

Una "bianca fiumana di dimostranti" contro "la marea nera di TIR". © CIPRA-Italien

Il 28 luglio un migliaio di persone si sono ritrovate nei pressi di Servoz/F, all'ingresso della Valle di Chamonix, per manifestare contro il crescente impatto del traffico pesante.
Ecologisti, amministratori pubblici da diverse regioni, sindacalisti e moltissimi cittadini, con una folta partecipazione dall'Italia, hanno chiesto un riorientamento della politica dei trasporti. Gli organizzatori della manifestazione considerano un successo il fatto che la protesta trovi un sostegno sempre più ampio, anche nel campo della politica. L'obiettivo deve essere il miglioramento delle infrastrutture esistenti e un loro più efficiente utilizzo. In tal modo sarebbe possibile decongestionare la situazione molto più velocemente che attraverso grandi opere infrastrutturali, come ad esempio il raddoppio del tunnel del Monte Bianco o del Frejus. Occorre inoltre procedere nel trasferimento del trasporto merci su rotaia e via acqua.
Nel frattempo, dopo due mesi di chiusura a causa del tragico incidente, il 4 agosto il traforo del Frejus è stato riaperto al traffico con alcune limitazioni. Durante il periodo di chiusura il traffico pesante attraverso il tunnel del Monte Bianco era aumentato da 1.000 a 4.000 TIR al giorno.
Fonti e info: Association pour le Respect du Site du Mont-Blanc www.arsmb.com (fr), CIPRA-Italia
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter