Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Pubblicazioni

Alpinscena n° 104 - «Il paesaggio è negoziabile»

Il rapporto fra essere umano e paesaggio è reciproco: da un lato l’uomo forma il paesaggio con le sue azioni e dall’altro ne è condizionato. Nei paesaggi sono iscritti relazioni, ricordi e visioni: se svelati e palesati, possono contribuire alla comprensione, alla consapevolezza e ad una gestione sostenibile di paesaggio, natura e ambiente. Il paesaggio può essere oggetto di discussioni, litigi e negoziazioni.

Il cambiamento del paesaggio è un processo strisciante, che trova meno attenzione nell’opinione pubblica rispetto alle crisi economiche e finanziarie, ai drastici cambiamenti politici, ma che ha un rilevante impatto sulla nostra qualità di vita. Il numero 104 di Alpinscena si chiede come la nostra percezione di paesaggio si imprime sui nostri rapporti con gli altri, con la natura e con le risorse naturali nelle Alpi.

archiviato sotto:
Mappa interattiva

Anteprima

Alpinscena n° 105
Gestire i cambiamenti è una grande sfida; nelle società alpine pluraliste crescono anche nuove opportunità per idee non convenzionali, cooperazioni e pratiche economiche. Questo richiede una buona integrazione dei nuovi arrivati nelle comunità locali e un rapporto reciproco disinteressato ed aperto. Il numero 105 di Alpinscena si interroga sulle opportunità della migrazione e della diversità culturale per l’innovazione e lo sviluppo sociale nelle Alpi. Esce nell’estate 2019.