Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Vivere in modo più sostenibile come conseguenza del Coronavirus?

Il Coronavirus lo rende possibile: piste ciclabili temporanee a Vienna, Milano o Grenoble

Piste ciclabili pop-up nelle città, boom del biologico – il Coronavirus favorisce la tendenza verso stili di vita più sostenibili anche nei Paesi alpini. Una tendenza che potrebbe affermarsi nel tempo.

La pandemia di Covid-19 haportato al blocco quasi completo del trasporto pubblico, per cui durante questo periodo molte persone senza auto sono passate alla bicicletta. Le amministrazioni delle città hanno risposto con piste ciclabili pop-up, anche per poter continuare a garantire un distanziamento minimo. Milano ha allestito speditamente circa35 chilometridi piste ciclabili temporanee. Anche a Vienna le strade molto frequentate sono state ampliate con piste ciclabili temporanee, così come a Grenoble e a Torino. Questa, nota come la città dell’auto, ha addirittura ridotto il limite di velocità a 20 km/hin 27 vie della città. Anche a Monaco di Baviera e Zurigo si discute della realizzazione di piste ciclabili temporanee. La Francia incentiva la riparazione delle biciclette con 50 euro a persona per un totale di 60 milioni di euro, al fine di stimolare un maggior numero di persone ad andare in bicicletta.

Boom del biologico nei generi alimentari

In seguito allo scoppio della pandemia, anche nel consumo di cibo è emersa una nuova tendenza: un forte aumento nell’acquisto di alimenti biologici. In Svizzera, secondo BioSuisse, la percentuale si aggira attorno al 30%. In Germania l’aumento delle vendite si assesta addirittura tra il 30 e il 60%. In un periodo di lavoro da casa e ristoranti chiusi, i consumatori sono più propensi a cucinare per se stessi e sembrano essere più disposti a comprare cibi biologici. Aspetti come la regionalità, le modalità di produzione e la qualità giocano qui un ruolo importante.

Effetti sugli stili di vita

In tempi di Covid gli stili di vita sostenibili si stanno diffondendo sempre più, afferma Katharina Conradin, presidente della CIPRA International. “Cambiamenti che prima erano molto lenti e richiedevano tempi lunghi, ora avvengono in un tempo molto breve”. Che si tratti di andare in bicicletta o di acquistare cibo biologico regionale: progetti della CIPRA come “Sustainable Lifestyles in the Alps” o “LOCAL - Low Carbon Alpine Lifestyle” hanno già mostrato in passato come “una buona vita nelle Alpi può essere possibile in armonia con la protezione del clima e la consapevolezza ambientale”, spiega Conradin. La CIPRA ha condotto un’indagine a livello alpino sull’impatto della pandemia da Covid sui nostri stili di vita che contribuirà allo sviluppo di progetti futuri.

Fonti ed ulteriori informazioni

www.lastampa.it/torino/2020/05/10/news/venti-all-ora-27-controviali-di-torino-sfilati-alle-auto-e-regalati-alle-bici-1.38826985, www.derstandard.at/story/2000117320588/hebein-ueberrascht-die-wienerinnen-und-wiener-mit-einem-pop-up (de), www.placegrenet.fr/2020/05/10/pistes-cyclables-transitoires-ouvertes-agglomeration-grenobloise-deconfinement/293801 (fr), vision-mobility.de/news/corona-krise-auch-in-muenchen-pop-up-bike-lanes-geplant-47228.html (de), tsri.ch/zh/umverkehr-pop-veloweg-sp-zurich-gessnerallee-corona/ (de), www.bbc.com/news/world-europe-52483684 (en), www.lefigaro.fr/flash-eco/borne-annonce-un-triplement-du-budget-dedie-au-plan-velo-20200528 (fr), www.theguardian.com/world/2020/apr/21/milan-seeks-to-prevent-post-crisis-return-of-traffic-pollution (en), www.neweurope.eu/article/france-offers-bike-repair-subsidies-to-boost-cycling-post-lockdown/ (en), www.zeit.de/news/2020-04/02/analyse-corona-krise-stoppt-pommes-markt (de), www.schweizerbauer.ch/politik--wirtschaft/agrarwirtschaft/konventionelle-lebensmittel-viel-zu-billig-57437.html (de), www.oekolandbau.de/handel/marktinformationen/der-biomarkt/marktberichte/bio-handel-waechst-waehrend-der-corona-pandemie/ (de)