Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Informazioni supplementari

Notizie

Ripensare gli spazi

Teren utilizza un terreno temporaneamente abbandonato come spazio di sperimentazione sociale. © Jana Jocif

Dal picnic in cantiere al salvataggio di superfici non edificate fino alla riconversione di una vecchia caserma: tre esempi per ripensare la pianificazione territoriale nelle Alpi.

Chi uscendo dalla stazione ferroviaria di Lubiana /SI passa all’altro lato della strada, si imbatte in “Teren”. I giovani si esercitano sulle parallele, i bambini giocano a nascondino, uno stufato di Gumbo cuoce sul forno d’argilla autocostruito. C’è chi si rilassa adagiandosi su divani in pallet, chi fan mattonelle di segatura pressata durante un workshop.

Dai workshop ai normali picnic, tutti possono utilizzare il sito gratuitamente. “Teren è un luogo di sperimentazione aperto a tutti”, spiega Nina Savič. L’architetta è membro dell’associazione culturale “prostoRož”, che ha trasformato questo cantiere abbandonato in un luogo di incontro.

Vita urbana in campagna

Drive-in, gara ciclistica in palazzo d’epoca, atelier: con il progetto «BASIS Vinschgau Venosta» nasce nell’Italia settentrionale, nel comune alto-atesino di Silandro, un centro di ispirazione. «Io conduco uno stile di vita urbano in campagna», dice Götsch. La caserma dovrà diventare uno spazio per l’economia, per la formazione, per la cultura e per il sociale – è quel che si augura insieme al suo team di progetto –, un punto d’incontro per gli ambienti creativi. 

Riscattare spazi di libertà
«Grazie al crowdfunding vorremmo mantenere durevolmente libere e accessibili superfici strategicamente importanti, acquistandole o acquisendo diritti su di esse», queste le parole di Martin Strele, direttore dell’associazione Bodenfreiheit (Suolo libero) attiva nel Vorarlberg/A. E con successo: l’associazione ha comperato i suoi primi terreni e acquisito su di essi diritti di passaggio. Grazie alle pressioni da parte dell’opinione pubblica si è riusciti a impedire ampliamenti insediativi già pianificati. Inoltre il rapporto con il terreno ed il suolo nel Vorarlberg è diventato un tema importante.

La storia di questi tre esempi di pianificazione territoriale è consultabile sin d’ora in versione integrale ai seguenti indirizzi: