Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Olimpiadi 2026: richiesta di progetti trasparenti

28/05/2024 / Veronika Hribernik, CIPRA International
Oltre 5,72 miliardi di euro per 79 progetti: le ONG italiane presentano un rapporto sui progetti di costruzione relativi alle Olimpiadi invernali del 2026 di Milano-Cortina e chiedono un portale unico per la trasparenza sui costi e sugli impatti locali.
Image caption:
L’iniziativa “Open Olympics 2026” chiede Giochi olimpici trasparenti, legali e rendicontabili. (c) Open Olympics

A metà maggio 20 organizzazioni – tra cui CIPRA Italia e CIPRA Alto Adige – hanno presentato la campagna di monitoraggio della società civile “open Olympic 2026”.  Le ricerche condotte hanno rivelato che per i Giochi Olimpici sono stati stanziati oltre 5,72 miliardi di euro per 79 progetti. Di questi, 1,6 miliardi sono destinati allo svolgimento dei Giochi e altri 4,12 miliardi alle opere infrastrutturali connesse. Più di due terzi di questi costi riguardano 45 progetti stradali. Circa la metà di questi sono previsti in Lombardia, 14 in Alto Adige e 13 in Veneto. La critica: ad oggi non esiste un elenco ufficiale e standardizzato dei costi dei progetti di costruzione previsti. Per molti di essi non è chiaro chi sia il responsabile, quando saranno completati e quali vantaggi porteranno in futuro – nonostante comportino ingenti investimenti e pesanti interventi sul paesaggio.

Nel loro primo Rapporto di monitoraggio, le 20 ONG nazionali e locali chiedono quindi un portale unico per la trasparenza che fornisca informazioni sui singoli progetti di costruzione, sulle spese e sull’avanzamento dei lavori. L’obiettivo è che gli attori nazionali e internazionali coinvolti nei Giochi invernali del 2026 (enti locali, imprese, Comitato Olimpico Internazionale) usino le risorse in modo responsabile, prevengano la corruzione o l’inefficienza e forniscano informazioni trasparenti sull’impatto dei progetti sulla società e l’ambiente. La rete di ONG monitorerà gli ulteriori sviluppi. Chiunque sia interessato a partecipare può mettersi in contatto con l’Associazione Libera all’indirizzo [email protected].


Nel frattempo, la magistratura ha aperto un'indagine per corruzione nei confronti della Fondazione Milano Cortina 2026 per l’affidamento dei servizi digitali legati all’evento olimpico.

 

Fonti e ulteriori informazioni: www.libera.it/schede-2607-olimpiadi_invernali_milano_cortina_trasparenza_appalti_mafie (it), Comunicato stampa, Pieve di Cadore, 14 maggio 2024 (it), Perquisizioni alla fondazione Milano-Cortina, indagato ex ad - Notizie - Ansa.it (it)