Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Imparare nelle Alpi

“Vivere esperienze, anziché consumare”: studenti del liceo di Reinach/CH esplorano le formazioni carsiche nel Parco naturale dei Bauges/F. (c) youralps

Dalle gite scolastiche nei parchi nazionali ai workshop internazionali: un modello di scuola alpina si propone di attrarre i giovani verso i temi della sostenibilità e la protezione della natura attraverso metodi didattici innovativi.

Il compito principale della società è quello di promuovere la consapevolezza delle giovani generazioni per lo sviluppo sostenibile e la tutela dello spazio alpino, afferma Maria Cristina Bertarelli, responsabile di progetto dell’Istituto Comprensivo di Morbegno/I. Qui a metà maggio 2019 si è svolto un workshop nell’ambito del progetto “YOUrALPS – Educating Youth for the Alps”, al quale la CIPRA Internazionale ha preso parte in qualità di osservatore.

Nel corso del progetto i partner hanno sviluppato una carta dei valori e un modello di scuola alpina insieme a ourAlps, una rete internazionale per l’educazione ambientale orientata alla montagna. Questo modello combina l’istruzione scolastica con il patrimonio culturale e naturale della regione alpina. Le scuole attribuiscono particolare importanza ad approcci pedagogici innovativi basati su una formazione orientata allo sviluppo sostenibile.

“Vivere esperienze, anziché consumare”: un giovane partecipante al workshop di Morbegno ha riassunto così l’importanza dei nuovi approcci pedagogici nello spazio alpino. Nel corso di una gita scolastica gli studenti del liceo di Reinach/CH hanno avuto l’opportunità di farsi un’idea della regione alpina e del suo patrimonio naturale e culturale. Nel Parco naturale dei Bauges/F hanno osservato diversi fenomeni naturali, come le formazioni carsiche, e hanno appreso alcuni elementi relativi alla gestione dell’acqua e allo sviluppo sostenibile.

Il progetto YOUrALPS è iniziato nel 2016 e si concluderà nell’ottobre 2019. La CIPRA Internazionale sta attualmente sviluppando un progetto di follow-up incentrato su un gruppo target di giovani tra i 18 e i 30 anni. Creare una “cultura abilitante” che colleghi università, scuole e istituti di formazione pratica è uno degli obiettivi del progetto, spiega Sandra Fausch, coordinatrice del progetto presso la CIPRA Internazionale.

 

Fonti ed ulteriori informazioni:
www.parcdesbauges.com/fr/ (fr), reinach.fr/portailepl/ (fr), www.alpine-space.eu/projects/youralps/en/home (en)

archiviato sotto: , , ,