Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Limitato successo riproduttivo per le aquile reali del territorio alpino

Aquila reale

Aquila reale © Richard Bartz

Questa primavera si è riprodotta solo la metà delle coppie di aquile reali presenti nel territorio dell'Engadina/CH, mentre nelle Alpi meridionali la percentuale arriva solo a un terzo.
Il dato appare sorprendente in considerazione della grande disponibilità alimentare - il duro inverno 2008/09 ha causato molte vittime tra i camosci, gli stambecchi e i cervi. Il motivo dello scarso successo riproduttivo pare riconducibile alla presenza di giovani aquile - che per quattro anni, fino alla maturità sessuale, vivono un periodo di erratismo - attratte dai numerosi resti di animali caduti durante l'inverno. Succede così che in un unico territorio si concentrino fino a cinque giovani aquile "single" e vengano aggredite dalle coppie che vi risiedono. È evidente che le coppie di aquile, sottoposte a questo stress, abbiano poco tempo da dedicare alla cova. Le giovani aquile sono dunque un elemento di controllo naturale delle nascite. Lo scarso successo riproduttivo è espressione di un'alta densità di aquile in tutto il territorio alpino. Nelle Alpi Svizzere nidificano attualmente 320 coppie di aquile reali e non c'è praticamente più spazio per l'insediamento di altre coppie. Un secolo fa l'aquila reale era giunta sull'orlo dell'estinzione per la spietata persecuzione a cui era sottoposta nel territorio alpino.
Ulteriori informazioni su http://naturschutz.ch/featured (de).