Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Il nuovo Governo italiano non si dimostra affidabile sulla Convenzione delle Alpi

Il nuovo Governo italiano di centro-sinistra ha deluso nel primo test relativo alla Convenzione delle Alpi. Nel 2001 la Commissione UE ha proposto al Consiglio d'Europa di approvare la sottoscrizione del protocollo Trasporti da parte dell'UE. Questa è finora fallita per l'opposizione dell'Italia, il cui Governo guidato da Berlusconi aveva per Ministro dei trasporti il costruttore di tunnel Lunardi.
Il centro-sinistra in Italia aveva sempre votato compatto per la ratifica dei protocolli della Convenzione delle Alpi. A pag. 148 del Programma di Governo della coalizione del Presidente del Consiglio Prodi viene esplicitamente prevista la ratifica di tutti i protocolli da parte dell'Italia. Ciononostante, il nuovo Ministro italiano dei trasporti Bianchi nel Consiglio dei Ministri dei trasporti del 9 giugno 2006 non si è espresso a favore della sottoscrizione del protocollo Trasporti da parte dell'UE, decisione per la quale sarebbe necessario ancora un po' di tempo. C'è ancora una chance di approvare la sottoscrizione del protocollo Trasporti nel Consiglio dei Ministri dei trasporti della fine di giugno. Altrimenti la questione verrebbe rinviata alla seconda metà del 2006 sotto la Presidenza della Finlandia.
Pochi giorni prima, il 31 maggio 2006, la Commissione ambiente del Parlamento Europeo aveva approvato all'unanimità la ratifica dei protocolli Energia, Difesa del suolo e Turismo, per cui la ratifica di questi protocolli da parte dell'UE è attesa a breve.
Fonte: CIPRA Internazionale