Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Informazioni supplementari

Good Practice

Villaggio degli alpinisti anziché villaggio olimpico

(c) Fritz Rasp

Perché Ramsau, non lontano da Berchtesgaden, è diventato il primo villaggio degli alpinisti in Germania e perché non si tratta solo di un’etichetta turistica.

“Siamo campioni olimpici in candidature olimpiche fallite”, afferma ridendo il direttore dell’ente turistico di Ramsau Fritz Rasp. Dopo diverse candidature olimpiche presentate con diversi partner e senza successo, ha deciso di non rincorrere altri grandi eventi sportivi. “Ho visto che qui disponiamo di un grande tesoro completamente diverso, cioè una struttura urbanistica di paese, legata al paesaggio montano e alla natura”.

Nel 2013 Rasp è venuto a conoscenza che il Club alpino tedesco voleva fare propria l’idea dei villaggi degli alpinisti austriaci. Quindi ha presentato l’idea al Consiglio comunale e ha organizzato un incontro con i cittadini – e ha avuto successo: Ramsau ha ricevuto il marchio del villaggio degli alpinisti nel 2015. “Per noi questa non è solo un’etichetta turistica. Vogliamo orientare la nostra politica comunale alla filosofia del villaggio degli alpinisti “. Gli abitanti di Ramsau hanno ripreso ad allevare antiche razze di animali di allevamento, come la pecora della roccia alpina e il suino nero delle Alpi, la cucina di un hotel offre carne di agnello proveniente esclusivamente da contadini locali e si organizzano manifestazioni come “Alpine Philosophicum” di Jens Badura, che invita a una riflessione critica. Dal 2016 questo filosofo ha insediato qui il suo centro culturale bergkultur_büro. Il direttore dell’ente turistico Rasp lo stima come portatore di idee, “che ci incoraggia a pensare in grande, senza perdere di vista il quadro d’insieme”.

Jens Badura invita a riflettere, ad esempio, sulle ragioni e le conseguenze dell’“overmountaineering”, la diffusione di massa degli sport di montagna, che si avverte anche a Ramsau. Ritiene tuttavia che questo sviluppo non sia dovuto al proporsi del paese come villaggio degli alpinisti. “Trovo inappropriato fare questo collegamento”. Fattori molto più determinanti per l’attrattività turistica di Ramsau sono la presenza del Parco Nazionale di Berchtesgaden e il Watzmann, una montagna molto conosciuta. Badura considera la decisione di candidarsi come villaggio degli alpinisti un impegno assunto per attuare la Convenzione delle Alpi a livello locale. Da questo approccio è risultato un certo modo di affrontare l’attrattività turistica. “Non vogliamo cioè convertire in denaro a qualunque costo ciò che abbiamo e ciò che ci rende attraenti, ma vogliamo innanzitutto conservarlo per noi stessi”.

 

Quellen und Links:

www.berchtesgaden.de/ramsau (de), www.bergsteigerdoerfer.org/53-0-Bergsteigerdorf-Ramsau.html (de) bergkulturbuero.wordpress.com/ (de) /www.bergsteigerdoerfer.org/6-0-Die-Philosphie-der-Bergsteigerdoerfer.html (de)

Scheda informativa

Cosa: Villaggio degli alpinisti

Chi: Comune, associazione per il turismo

Dove: Ramsau, presso Berchtesgaden

Quando: Dal 2015, primo villaggio degli alpinisti in Germania

Come: I villaggi degli alpinisti si impegnano ad attuare i Protocolli della Convenzione delle Alpi, un trattato internazionale per lo sviluppo sostenibile e la protezione delle Alpi. Si propongono come modello nel turismo alpino sostenibile e sono contrari a uno sfruttamento della montagna mediante infrastrutturazioni tecnologiche. Puntano sulle piccole dimensioni delle strutture ricettive, mentre le nuove costruzioni devono corrispondere alle caratteristiche architettoniche tipiche della zona. Si impegnano per un’agricoltura e una silvicoltura di montagna sostenibile, a proteggere la natura e il paesaggio, a promuovere il trasporto pubblico nel turismo e lo scambio reciproco di esperienze.

Trasferibilità: Alta – soprattutto per i villaggi di montagna il cui maggiore potenziale consiste nella loro autenticità, tradizione e cultura. Attualmente ci sono 28 villaggi degli alpinisti in Germania, Austria, Italia e Slovenia. (Stato: maggio 2019)