Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

whatsalp youth

(c) CIPRA

Quando sono a scuola i giovani trascorrono la maggior parte del tempo all’interno di edifici. Il nuovo progetto “whatsalp youth” trasferisce la classe in montagna, per un apprendimento a cielo aperto.

Non solo a scuola i giovani passano la maggior parte del tempo all’interno di un edificio, ma anche nel tempo libero molti di loro stanno seduti davanti al televisore o al computer. Il nuovo progetto “whatsalp youth” si propone di farli uscire di casa. A portarlo avanti è la Consulta dei giovani della CIPRA insieme alla CIPRA Internazionale e ad altri partner di progetto.

Giovani provenienti da tutti gli Stati alpini si incontrano in Austria, Francia e Liechtenstein. Lì incontreranno anche il gruppo escursionistico “whatsalp”, composto da Harry Spiess e Dominik Siegrist. Da giugno il gruppo attraverserà l’arco alpino da Vienna a Nizza/F, documentando in quattro mesi di cammino i cambiamenti in atto nelle regioni alpine. I due gruppi percorreranno insieme alcune tappe, confrontandosi su temi come ambiente, cultura alpina e comunicazione. In questo modo all’aula di un seminario al chiuso si sostituisce il paesaggio aperto e pittoresco delle Alpi, e l’apprendimento avviene camminando.

I giovani progetteranno le attività sugli incontri “whatsalp” autonomamente, imparando così a sviluppare e ad attuare progetti propri. La Consulta dei giovani CIPRA assume una funzione direttiva: i membri sono incaricati di cercare partecipanti, organizzare e attuare il programma nonché di darne un resoconto. Il progetto “whatsalp youth” è finanziato dal programma europeo Erasmus+.

www.cipra.org/it/cipra/chi-siamo/persone/consulta-dei-giovani

Partner

  • Consulta dei Giovani della CIPRA
  • AlpenIntensiv
  • Alpine First
  • CIPRA Frankreich
  • Mladi za Alpe
  • Alpenfreude

Contatto

Michaela Hogenboom
Responsabile di progetto
CIPRA International 

whatsalp

Come sono cambiate le Alpi negli ultimi 25 anni? Come sapremo affrontare le grandi sfide che ci attendono? Queste sono le domande che il gruppo di escursionisti “whatsalp” cercherà di approfondire durante i quattro mesi che impiegheranno per attraversare le Alpi da Vienna a Nizza. Durante la traversata saranno documentate sia la bellezza delle Alpi che la loro distruzione. La condizione della regione alpina verrà documentata e poi confrontata con quanto emerso durante “TransALPedes”, un trekking che nel 1992 seguì pressappoco lo stesso percorso. Verrà così evidenziato e reso percepibile il cambiamento delle Alpi. Gli appassionati e le appassionate di escursionismo possono unirsi al gruppo “whatsalp” organizzandosi in modo autonomo.

www.whatsalp.org (de, en)

Progetti creati

Interventi per il paesaggio culturale: il team tedesco ha organizzato interventi di volontari per la salvaguardia del paesaggio culturale nelle Alpi bavaresi. L’obiettivo era quello di sostenere gli agricoltori nelle pratiche colturali e allo stesso tempo sensibilizzare i partecipanti sul valore del paesaggio culturale.

Ulteriori informazioni: www.cipra.org/de/cipra/deutschland/junges-forum/stimmen-aus-dem-jungen-forum/umweltbildung-kunst-und-almpflege (de), 
www.cipra.org/de/cipra/deutschland/junges-forum/stimmen-aus-dem-jungen-forum/von-nassen-trockenrasen (de),
www.cipra.org/de/cipra/deutschland/junges-forum/whatsalp-youth (de)

 

Visioni per le Alpi: i giovani adulti del gruppo austriaco  hanno iniziato un progetto cinematografico durante la prima escursione “whatsalp youth” in Sudtirolo. Nel film mostrano quali sono le trasformazioni in atto nelle Alpi in seguito ai cambiamenti climatici, illustrano in che modo i giovani vivono le Alpi, quali sono le loro visioni e come si immaginano una vita sostenibile.

Film “Call for Alps” : www.youtube.com/watch?v=9bRN1L9NtLc (de)

 

Utilizzare e proteggere: in Sudtirolo/ IT, i giovani adulti hanno allestito un sentiero tematico sul bosco e sull’acqua per sensibilizzare i bambini e i giovani del comune di Montagna (BZ) sull’utilizzo e la protezione di questi ecosistemi. Il percorso sarà completato all’inizio del 2019.

 

In quale paesaggio ci sentiamo a casa? Nel Liechtenstein, il team ha organizzato un incontro con l’obiettivo di (ri)stabilire la relazione con il paesaggio e il sentimento di appartenenza dei giovani locali e di altre regioni alpine. I partecipanti hanno compiuto un’escursione con le racchette da neve fino a un rifugio, dove si sono confrontati con le associazioni e le cooperazioni locali sul tema del paesaggio

 

Spazi vitali variopinti: In Francia, il collettivo “Des Rives d’Espaces” ha organizzato un workshop sul tema dei colori in collaborazione con la Consulta dei giovani della CIPRA France. I partecipanti hanno scattato foto a determinati soggetti e queste sono poi state esposte. Il progetto mostra nuove modalità attraverso cui possiamo relazionarci con i nostri spazi di vita scoprendo nuovi luoghi.

Film: www.youtube.com/watch?v=jrrVXesZVTI&t=9s (fr)

 

Migliore protezione dei laghi di montagna: in occasione della campagna “Falò nelle Alpi”, giovani ed esperti, insieme alla CIPRA Slovenia, hanno partecipato ad un’escursione ai laghi del Parco Nazionale del Triglav. Nell’occasione hanno discusso dell’inquinamento di molti laghi montani in Slovenia, hanno cercato di individuare soluzioni e hanno prelevato campioni d’acqua. Al fine di raggiungere più persone con il progetto, il team intende realizzare cartoline che richiamino l’attenzione sulla tutela dei laghi di montagna.

Film: www.youtube.com/watch?v=_NJ4RR1vjko (sl)
Ulteriori informazioni : www.cipra.org/sl/cipra/slovenija/aktivnosti-v-teku/ogenj-v-alpah/ogenj-v-alpah-2018 (sl), www.cipra.org/sl/sporocila-za-medije/prizgali-ogenj-upanja-za-slovenska-gorska-jezera (sl)

whatsalp.org

Follow us

Presentazione interattiva