Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Risultati 

52 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento









Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
Ampio no alla liberalizzazione dell'approvvigionamento idrico nell'UE
Nei suoi documenti strategici verso il mercato unico e nel Libro verde sui servizi la Commissione UE prevede una generalizzata liberalizzazione dei servizi pubblici, tra cui anche dell'approvvigionamento idrico. Rappresentanti dell'UE, di regioni del territorio alpino, degli associazioni delle città e dei comuni austriaci e dell'associazione ambientalista austriaca Umweltdachverband si sono espressi contro una liberalizzazione dell'approvvigionamento idrico. Fino al 15 settembre è possibile prendere posizione sul Libro verde.
Si trova in Notizie
Miscellaneous articles 2005
Si trova in Pubblicazioni
Pubblicazioni Cipra-Info 79: Servizi pubblici: Privatizzare l'interesse generale?
Si trova in Pubblicazioni
Ökonomische Nutzung des in Österreich vorhandenen nachhaltig nutzbaren Wasserdargebotes
Si trova in Pubblicazioni
Nuovo numero della "Revue de Géographie Alpin"
L'ultimo numero della "Revue de Géographie Alpine" contiene cinque articoli specialistici dedicati a temi diversi. Un articolo approfondisce le misure necessarie per prevenire le inondazioni nell'esempio dell'Isère/F, un altro contributo rivolge l'attenzione alla gestione sostenibile delle acque.
Si trova in Notizie
Elevati consumi idrici malgrado la siccità
Nell'ultimo anno sono caduti in Piemonte/I, secondo l'agenzia regionale per la protezione ambientale (Arpa) solo la metà (430 mm) delle normali precipitazioni. La siccità si è fatta notare, in alcune valli, anche con la mancanza d'acqua potabile.
Si trova in Notizie
2006: terzo anno di siccità per la Francia?
Sin dal mese di gennaio, la ministra francese dell'ecologia Nelly Olin mette in guardia contro il rischio che, nell'estate 2006, la Francia si trovi ad affrontare il terzo anno consecutivo di siccità. In gran parte della Francia, compresi i territori alpini, le precipitazioni rilevate tra l'inizio di ottobre 2005 e la fine di febbraio 2006 sono state inferiori alla media, con un bilancio pluviometrico in deficit e, poiché il periodo più propizio per il ripristino delle riserve sotterranee va da ottobre a marzo, le piogge di marzo non sarebbero sufficienti per impedire il rischio di siccità.
Si trova in Notizie
La scarsità d'acqua ha conseguenze di vasta portata
L'aumento delle capacità di pernottamento nella località turistica di Flaine/F e la conseguente crescita del fabbisogno idrico mette con le spalle al muro la società di gestione degli impianti sciistici locali: il Lago di Vernant, utilizzato finora per la produzione di neve artificiale, in futuro sarà riservato esclusivamente all'approvvigionamento potabile.
Si trova in Notizie
Regioni alpine per la protezione delle riserve idriche
Nell'ultimo incontro di Bregenz/A, la Comunità di lavoro delle regioni alpine (ARGE Alp), di cui fanno parte dieci Länder, regioni e cantoni, si è occupata di questioni urgenti per lo spazio alpino.
Si trova in Notizie
Gestione comune delle risorse idriche nella Savoia/F
Non sono solo le condizioni del Po in Italia a destare preoccupazione (si veda alpmedia n. 14/2007 del 19.07.2007), è preoccupante anche la situazione della risorse idriche nella Valle della Maurienne e nell'area di produzione del formaggio doc "Beaufort".
Si trova in Notizie