Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Pubblicazioni

Lo Statuto comunitario per la "Valtellina"

Anno di pubblicazione2008
Autore(i)Paolo Colombo
Co-autoriMaria Agostina Cabiddu, Paolo Colombo, Andrea Santini, Claudio Snider, Roberto Zoboli
Luogo di pubblicazioneMilano
ISBN/ISSN9788846498007
Numero di pagine192
Acquistohttp://www.francoangeli.it/Ricerca/Scheda_Libro
Pagina(e)192
Questo volume ha due fondamenta. La prima è l'intuizione di Alberto Quadrio Curzio che, già nel 1993, al momento della fondazione della Società Economica Valtellinese (SEV), e poi nel volume Valtellina Profili di sviluppo. Una provincia tra identità e innovazione. 2000-2010 del 2004, propose "che la Valtellina si dia uno 'Statuto comunitario' che utilizzando innanzitutto il principio di sussidiarietà fissi nella 'Pergamena', e non sulla 'Gazzetta Ufficiale', una identità di valle alpina italo-europea per il XXI secolo". La seconda è la determinazione della SEV e di Vivi le Valli che hanno proposto di passare dall'intuizione alla progettazione dello Statuto comunitario, coinvolgendo in tale iniziativa il Centro di Ricerche in Analisi economica dell'Università Cattolica. Il volume, che ne è seguito, si articola in due parti. La prima riguarda le fondamenta dello Statuto comunitario. Ovvero verifica se l'intuizione originaria sia corroborabile sotto i profili storico, economico e istituzionale. Essa è articolata in quattro saggi, che presentano i profili dottrinali e fattuali dal punto di vista storico, economico, giuridicoistituzionale, sia europeo che italiano, e che consentono di configurare una "Comunità Valtellinese" tale da legittimare uno Statuto.
La seconda riguarda la formulazione dello Statuto comunitario, che sintetizza il passato e progetta un possibile futuro per la Provincia di Sondrio. Lo Statuto ha la caratteristica di indicare principi generali e progetti di sviluppo, che incorporano orientamenti operativi ed è accompagnato da "Strumenti di monitoraggio", dalla cui applicazione potranno seguire nel tempo orientamenti e regole più precise che saranno presentate ai Soggetti cui spettano le competenze decisionali.