Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Pubblicazioni

Il valore della montagna

Il valore della montana
Anno di pubblicazione2002
Pubblicato daUnione Nazionale Comunità Enti Montani UNCEM
Internet: http://www.uncem.it/index.htm
Luogo di pubblicazioneRoma
Numero di pagine27
Linguait
Pagina(e)27
DocumentazioniGiornale, opuscolo
È stato pubblicato il rapporto di sintesi dello screening della montagna italiana condotto dalla Fondazione Censis, Centro Studi Investimenti Sociali, per conto dell'UNCEM, Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani.
Obiettivo dello studio verificare l'esistenza di un effettivo differenziale di sviluppo tra i territori montani e il resto del Paese e quantificare il loro contributo al prodotto interno lordo nazionale. Servono infatti indicatori complessi per individuare i territori bisognosi di interventi finanziari e per definire la direzione ed i criteri dei programmi di intervento. I territori montani sono stati distinti in diverse tipologie facendo riferimento alle caratteristiche più o meno spiccate di "montanità", alla ricerca dei tratti distintivi della montagna, di certo non riducibili semplicemente all'altimetria. Emerge un quadro a macchia di leopardo in cui convivono due mondi contrapposti: l'uno ricco e turistico, l'altro "marginale", spopolato e senilizzato.
La stima del valore aggiunto prodotto dal territorio montano italiano, nel quale vive il 18.7% della popolazione, è di 165 miliardi di Euro, pari al 16.1% del PIL nazionale. Se rapportato alla popolazione il valore è dunque simile alla media nazionale. Il tradizionale dualismo tra aree settentrionali e meridionali non viene smentito nemmeno in questo caso. Le differenti tipologie e livelli di sviluppo delle aree montane appaiono legati dunque alla collocazione geografica (Nord/Sud) più che al carattere di montanità.
Il testo del documento è disponibile in formato .pdf all'indirizzo http://www.censis.it/censis/ricerche/2002/
montagna/08_10_02.pdf (it) Fonte: http://www.censis.it (it)
archiviato sotto: