Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Nessun respiro di sollievo nelle regioni alpine

I Tir provocano un forte inquinamento lungo le autostrade che attraversano le Alpi. © Andreas Mendyk, flickr

In Provincia di Bolzano i valori limite UE per l’ossido di azoto vengono largamente superati, come denuncia la CIPRA Sudtirolo. C’è dunque urgente necessità di intervento, come del resto anche in altre regioni alpine.

Negli Stati UE il valore medio di ossido di azoto non deve superare i 40 microgrammi per metro cubo all’anno, un valore che in alcune regioni alpine viene regolarmente superato. L’ossido di azoto è una minaccia per la salute della popolazione. In Sudtirolo ad esempio, circa 40.000 persone vivono sottoposte a valori troppo elevati di ossido di azoto. Le conseguenze sono che le istituzioni italiane, oltre a mettere a rischio la salute dei cittadini e l’inquinamento dell’ambiente, vanno incontro a pesanti sanzioni da parte dell’UE. La CIPRA Sudtirolo, come organizzazione federale Dachverband für Natur- und Umweltschutz, denuncia “la politica è inerte e si limita a rinviare al futuro le possibili soluzioni. Sarebbero invece disponibili misure incisive, come il trasferimento del traffico dalla strada alla rotaia, divieti di circolazione temporanei o un adeguamento dei pedaggi nei valichi alpini limitrofi”.

Una situazione simile si verifica nella regione Rhône-Alpes in Francia. L’associazione Air Rhône-Alpes chiede che vengano adottati nuovi strumenti di misurazione per verificare la qualità del’aria e uno scambio tra le regioni che devono confrontarsi con problemi analoghi. 

L’Austria occupa addirittura le ultime posizioni all’interno dell’UE per quanto riguarda l’inquinamento dell’aria. L’Associazione Trasporti e Ambiente Austria (VCÖ) è giunta alla conclusione che il livello di inquinamento è paragonabile a quello dei locali fumatori. Per questo chiede il potenziamento dell’offerta di trasporto pubblico per i pendolari e il divieto di circolazione per veicoli pesanti senza filtro antiparticolato.

Fonte e ulteriori informazioni: http://www.umwelt.bz.it/aktuelles/presse/was-tut-die-s%C3%BCdtiroler-politik-um-die-stickoxid-grenzwerte-einzuhalten.html, http://www.air-rhonealpes.fr/site/News/Voir/mieux_identifier_les_sources_des_particules#News/extraire/689299 (fr), http://www.vcoe.at/de/publikationen/vcoe-factsheets/details/items/belastung-durch-stickoxide-ist-in-oesterreich-zu-hoch (de), http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=OJ:L:2008:152:0001:0044:de:PDF (de)

Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter