Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Legislazione contro i reati ambientali

Contro il comprensorio della Via Lattea la magistratura ha aperto un’inchiesta per disastro ambientale (c) Marla / flickr.com

Con la nuova legge sugli eco reati in Italia chi danneggia l’ambiente in modo irreversibile è punibile con la reclusione fino a 15 anni. La legislazione ambientale era un tema che stava molto a cuore anche a Wolfgang Burhenne, uno dei cofondatori della CIPRA. Una biografia ricorda questa figura chiave del diritto ambientale internazionale.

In Italia la nuova legge contro il reato di disastro ambientale è stata applicata per la prima volta in occasione di lavori abusivi realizzati nell’estate 2014 sulle piste da sci della Via Lattea, nei comuni di Cesana e Claviere. Per realizzare un nuovo percorso sono stati effettuati sbancamenti senza però eseguire le necessarie opere di consolidamento. Ciò ha provocato ingenti smottamenti di terreno e la caduta di rocce. In realtà l’inchiesta della magistratura è stata avviata solo dopo l’incidente mortale occorso ad un ragazzo uscito di pista mentre sciava. Inseguito alle indagini è emerso che gli interventi realizzati non erano stati autorizzati. Al momento sono indagati per disastro ambientale i dirigenti della società degli impianti e i sindaci dei due comuni per non aver vigilato.

Secondo la nuova legge, un’alterazione irreversibile dell’equilibrio di un ecosistema è punibile con la reclusione da 5 a 15 anni. Il reato è aggravato se commesso in un’area protetta o in danno di specie protette. La nuova legge potrebbe essere un forte deterrente per tutti quei reati che hanno l’effetto di alterare l’ecosistema fino ad oggi considerati minori.

Un libro pubblicato in inglese presenta una quadro dello sviluppo della legislazione ambientale da un punto di vista personale. “Wolfgang E. Burhenne – A sustainable life” di Vivienne Klimke non si limita a tratteggiare la vita del cofondatore della CIPRA, ma presenta anche una panoramica sul movimento ambientalista durante e dopo la seconda guerra mondiale. Achim Steiner, direttore esecutivo del Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente UNEP, elogia Burhenne per la sua dedizione, saggezza, efficacia e lucidità: “Wolfgang Burhenne ha avuto un forte e duratura influenza sulla concezione, la promulgazione e l’implementazione della legislazione ambientale”.

Fonte e ulteriori informazioni:

www.artemis-pr.de (de/en)

http://www.lastampa.it/2015/09/01/cronaca/indagati-i-sindaci-di-cesana-e-claviere-per-la-morte-di-un-quattordicenne-sulle-piste-del-vialattea-8VnipMAtvN1JBqwYpIzpMP/pagina.html

http://www.valsusaoggi.it/piste-di-sci-vialattea-la-procura-usa-i-droni-per-dimostrare-il-disastro-ambientale-guariniello-scrive-al-ministro-il-nuovo-tracciato-della-pista-non-e-sicuro

http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2015/05/28/15G00082/sg

Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter