Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Le regioni di montagna svizzere vogliono andare per la loro strada

Grandiosi paesaggi naturali: le regioni montane svizzere vogliono procedere per la loro strada – senza interferenze della Confederazione e delle associazioni per la protezione dell’ambiente. © Andreas Metz flickr.com

Il Consiglio federale svizzero ha pubblicato la sua strategia per lo sviluppo territoriale nelle regioni montane. La reazione dei cantoni di montagna non si è fatta attendere: essi hanno presentato un proprio documento.

Con la strategia “Politica per le aree rurali e le regioni montane” il Consiglio federale si propone di affrontare le sfide territoriali, come il riequilibrio tra città e aree rurali. L’obiettivo è quello di promuovere la competitività e di rafforzare la coesione sociale in Svizzera. Nonostante la strategia sia stata sviluppata a partire dal concetto di sostenibilità, essa non fornisce nuove priorità e impulsi innovativi. I critici sostengono che la strategia consiste in una riproposizione dello status quo vigente.

Anche i cantoni di montagna hanno reagito alla strategia per le regioni montane. Essi hanno redatto un proprio documento con il quale chiedono di limitare l’azione delle associazioni ambientaliste. Essi considerano un loro obiettivo prioritario un incremento dello sfruttamento idroelettrico. Hans Weber, direttore della CIPRA Svizzera, critica che le associazioni per la protezione dell’ambiente vengano percepite come un ostacolo allo sviluppo economico e non come partner. “Un paesaggio e un ambiente naturale integro sono il presupposto principale per uno sviluppo turistico nelle Alpi”. Weber auspica che si attribuisca maggior rilievo alla promozione dell’innovazione per uno sviluppo sostenibile a livello regionale.

Le offerte innovative nel campo del turismo naturalistico costituiscono fonti di reddito che hanno ancora un ampio margine di crescita nelle aree montane della Svizzera. Ciò emerge anche dal forum “Turismo naturalistico – realmente sostenibile”, recentemente organizzato dalla CIPRA Svizzera. Il turismo a contatto con la natura potrebbe indicare la strada per far uscire dalla crisi il settore turistico nelle Alpi svizzere.

Fonte e ulteriori informazioni: http://www.are.admin.ch/dokumentation/publikationen/00022/index.html?lang=de , http://www.rkgk.ch/wp-content/uploads/2014/09/RKGK_StrategieAlpenraum_Bericht-Aug-2014_D.pdf (de), http://www.regiosuisse.ch/news-agenda-de/news/literaturtipp-die-schweizerischen-berggebiete-in-der-politik

Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter