Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Informazioni supplementari

Notizie

In volo contro il ritiro dei ghiacciai

Il pilota Matevž Lenarčič attraversa le Alpi con il suo ultraleggero. © Mitja Ličar

Un pilota, un velivolo e tanto black carbon – un progetto sloveno si serve di un velivolo ultraleggero per richiamare l’attenzione sul riscaldamento del clima e sul ritiro dei ghiacciai.

Slovenia – Malta – Spagna – Italia – Slovenia – Cipro – Grecia – Slovenia. Nella primavera del 2017, il pilota sloveno Matevž Lenarčič ha sorvolato il mediterraneo per un totale di otto tappe, con l’obiettivo di registrare la concentrazione e la diffusione del particolato clima-alterante black carbon. La spedizione è parte del progetto GreenLight WorldFlight “Aviation for Science” e studia l’impatto del black carbon sul ritiro dei ghiacciai.

Black carbon designa un particolato fine, frutto della combustione incompleta di combustibili fossili, biocarburanti e biomassa. E’ presente in forti concentrazioni nel nerofumo e ha la capacità di accumulare il calore in atmosfera e quindi di riscaldare l'aria. Griša Močnik, responsabile del progetto, sottolinea: “dopo l'anidride carbonica, black carbon occupa la seconda posizione come causa del riscaldamento globale di origine antropica.” Se il black carbon si deposita sulla neve, sul ghiaccio e sui ghiacciai, ne accelera lo scioglimento.

Dopo le due regioni polari, i ghiacciai rappresentano la terza massa di ghiaccio per estensione, ed hanno perciò un’enorme importanza per il clima globale e per l'approvvigionamento idrico delle regioni circostanti. Con questo progetto Lenarčič e la sua squadra puntano a sensibilizzare sull’impatto del black carbon ai fini del ritiro dei ghiacciai e del riscaldamento globale, contribuendo così alla protezione dei nostri ghiacciai e del clima. Oltre al rilevamento di dati, il progetto vuole in particolare rendere noto l’impatto finora fortemente sottovalutato del black carbon e sollecitare la nascita di iniziative finalizzate alla riduzione delle emissioni.


Fonti e ulteriori informazioni:

www.worldgreenflight.com (en) , http://blogs.ei.columbia.edu/2016/03/22/the-damaging-effects-of-black-carbon (en) , www.deutschlandfunk.de/unterschaetzte-partikel.676.de.html?dram:article_id=234658 (de)

Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter