Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Informazioni supplementari

Notizie

I comuni turistici prendono l’iniziativa

Turismo in trasformazione: gli otto comuni della neocostituita regione turistica”Pays des Écrins” si interrogano sul futuro del turismo. © CIPRA Francia

Una nuova legge, una nuova responsabilità, una nuova strada. I comuni turistici in Francia prendono il loro destino nelle proprie mani.

Con la legge “NOTRe” nel 2015 la Francia ha ridefinito l’organizzazione degli enti locali e le loro competenze. Uno degli effetti è stato l’accorpamento di singoli comuni in comunità di comuni. In futuro diversi settori dovranno essere amministrati a livello intercomunale: a partire dal 1 gennaio 2017 ció dovrebbe accadere anche per il turismo.

Una di queste comunità di comuni è il “Pays des Écrins” nel Dipartimento delle Hautes-Alpes. A metà settembre, nel quadro di un viaggio di studio la CIPRA Francia e la rete di comuni “Alleanza nelle Alpi” hanno visitato la regione e hanno avuto modo di discutere dei cambiamenti con esponenti della politica, del turismo, della società civile e con alcuni abitanti. Il Pays des Écrins non si è lasciato sfuggire l’opportunità offerta dalla riorganizzazione amministrativa, inaugurando il nuovo ufficio turistico comune e allestendo un sito web. Siamo solo all’inizio e ci vorrà ancora del tempo prima che il “Pays des Écrins” sia percepito come una destinazione turistica propria. I partecipanti al progetto peró valutano positivamente la nuova collaborazione. Gli oneri finanziari saranno condivisi, assieme alle visioni, domande, idee con l’obiettivo di dare al turismo un’impostazione sostenibile.

Il viaggio di studio ha toccato anche il comune italiano di Pragelato. Secondo Marc-Jérôme Hassid, direttore di CIPRA Francia, anche questo comune appare ben motivato a seguire la stessa strada: “Per via della sua vicinanza a Sestriere il comune potrebbe presentarsi come destinazione sciistica, ma intende piuttosto sviluppare offerte di turistiche alternative”.

Per svariati motivi – modifiche legislative, mutamento delle esigenze dei turisti o cambiamenti climatici – i comuni turistici delle Alpi si trovano ad affrontare decisioni difficili: seguire le strade già battute, intraprendere un cambiamento morbido o compiere una svolta drastica? La presentazione online su alpmonitor.cipra.org disegna un processo decisionale di questo tipo in una regione fittizia, indicandone gli ostacoli e le possibili soluzioni.


Fonti ed ulteriori informazioni:

www.gouvernement.fr/action/la-reforme-territoriale (fr) , www.cc-paysdesecrins.com (fr) , www.paysdesecrins.com , http://alpenallianz.org/fr/actuel/voyage-d-etude-du-brianconnais-a-pragelato-italie-1 (fr) , www.cipra.org/fr/cipra/france/actualite/CIPRA_voyage-2017_CR.pdf/inline-download (fr) , www.voyageons-autrement.com/le-tourisme-alpin-de-demain-quelles-pistes-reflexions-quel-avenir (fr) , www.cipra.org/it/alpmonitor/campo-d2019azione-turismo

Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter