Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Fine alle speranze di prolungamento per l’Alemagna

La costruzione di nuove strade di grande comunicazione attraverso le Alpi contraddice la Convenzione delle Alpi e gli obiettivi internazionali di protezione del clima. © dmytrok_ flickr1

L’appello della CIPRA contro il nuovo collegamento transalpino è stato accolto: il Parlamento europeo ha respinto gli emendamenti relativi a tale opera inseriti in un Rapporto presentato dalla Commissione trasporti.

La Commissione trasporti del Parlamento UE aveva presentato un rapporto che tra l’altro comprendeva il prolungamento della cosiddetta autostrada Alemagna, che di fatto avrebbe costituito un nuovo collegamento transalpino tra Venezia e Monaco di Baviera. All’inizio di ottobre la CIPRA International e le CIPRA Italia, Sudtirolo e Austria hanno inviato una lettera ai membri della Commissione trasporti e ai deputati del Parlamento UE dello spazio alpino, chiedendo di respingere gli emendamenti del rapporto che, se approvati, avrebbero costituito il presupposto per la costruzione della nuova strada di transito.

L’approvazione degli emendamenti presentati era del resto in palese contrasto con la Convenzione delle Alpi e il Protocollo Trasporti, documenti ratificati dalla Commissione europea e da tutti gli Stati alpini. Il Protocollo Trasporti vieta infatti espressamente la costruzione di nuove strade di grande comunicazione attraverso le Alpi (Art. 11, comma 1). Discutibile appariva anche la proposta di progetti per nuove infrastrutture stradali richiamandosi alla Strategia europea per le Alpi (Eusalp). Si cercava di giustificare il prolungamento dell’autostrada Alemagna con lo sviluppo socioeconomico del settore orientale di Eusalp.

Il Parlamento UE si è espresso a larga maggioranza contro gli emendamenti in tal senso contenuto nel Rapporto. Hanno così avuto successo gli sforzi congiunti delle rappresentanze della CIPRA volti a scongiurare un’approvazione che avrebbe ridato speranze a progetti per la costruzione di nuove strade di transito transalpine. Andreas Pichler, direttore della CIPRA International, esprime soddisfazione per l’esito inequivocabile della votazione: “sono soddisfatto perché ora il tema è stato definitivamente archiviato ed Eusalp non potrà più essere strumentalizzata per aprire le porte a nuovi collegamenti stradali attraverso le Alpi”.

Fonte e ulteriori informazioni:

www.stol.it/Artikel/Politik-im-Ueberblick/Lokal/Alemagna-Autobahn-Vorstoesse-aus-dem-Veneto (de), www.alpconv.org/it/convention/protocols/Documents/trasporti_it.pdf www.europarl.europa.eu/sides/getDoc.do?type=REPORT&mode=XML&reference=A8-2016-0282&language=EN#title1 (en), http://corrierealpi.gelocal.it/belluno/cronaca/2016/10/26/news/il-parlamento-europeo-boccia-la-a27-1.14307870 (it), www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/europa_delle_regioni/2016/10/25/europarlamento-vota-contro-prolungamento-a27-alemagna_cbb0a338-b062-47c5-976f-08f4c9b1d331.html (it)

Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter