Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Dolomiti sfregiate dai quad

Pesanti, sporchi e rumorosi: negli ambienti naturali sensibili come le Dolomiti non c'è posto per i quad. © Mountain Wilderness

All’inizio di giugno del 2017 una sfilata di quad ha attraversato rombando le Dolomiti. Dobbiamo abituarci a questo tipo di raduni nelle Alpi italiane?

Non è bastato un esposto denuncia alla procura della repubblica da parte dell’associazione Mountain Wilderness che chiedeva un intervento urgente per impedirne lo svolgimento. La manifestazione dei fuoristrada, su un percorso di 98 chilometri, si è svolta nei pressi di Falcade, località delle Dolomiti venete, in zone ad alta sensibilità ambientale e naturalistica come Siti di Importanza Comunitaria (SIC) e Zone di Protezione Speciale (ZPS) senza essere stata sottoposta a valutazione di incidenza. Per queste ragioni, a manifestazione conclusa, Mountain Wilderness ha presentato un nuovo esposto alle procure della repubblica di Trento e Belluno contro le amministrazioni locali che hanno consentito lo svolgimento dell’iniziativa.

Si è trattato probabilmente di una delle prime manifestazioni di questo genere in un’area sensibile come le Dolomiti, tutelata dall’UNESCO, «un terreno non adatto alle scorribande di questi mezzi che oltre a rumore e disturbo causano danneggiamenti ai suoli attraversati» come afferma Luigi Casanova, Presidente onorario di Mountain Wilderness. Un tipo di iniziativa in palese contrasto con i protocolli Turismo e Protezione della natura della Convenzione delle Alpi, oltre che con il buon senso, da evitare che possa ripetersi e diffondersi ulteriormente nelle Alpi.  


Fonti e ulteriori informazioni:

www.ladige.it/territori/dolomiti/2017/05/15/raduno-quad-dolomiti-mountain-wilderness-denuncia , www.mountainwilderness.it/mobilita-sostenibile/quad-falcade-andata

Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter