Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Buone notizie in vista per il gallo forcello?

Il gallo forcello non può certo dormire sonni tranquilli! Il progetto sul Riedberger Horn distruggerebbe l’habitat di questa specie protetta. (c) E_Bass flickr.com

Gli impianti sciistici sul Riedberger Horn non verranno collegati. La ministra dell’ambiente della Baviera si è espressa contro il progetto e con ciò per il rispetto del Piano alpino della Baviera. Per la CIPRA Germania si tratta di un grande successo.

Il previsto impianto di collegamento tra le zone sciistiche di Grasgehren e Balderschwang sulle pendici del Riedberger Horn crea divisioni nel territorio alpino bavarese. Questo gioiello naturalistico costituisce la più vasta oasi per la protezione del gallo forcello della regione; il Piano alpino della Baviera lo classifica come “Zona di protezione C”, escludendo così qualunque progetto di costruzione. Questo strumento di pianificazione regolamenta l’utilizzo del territorio nelle Alpi bavaresi per tutelare gli spazi naturali dallo sfruttamento turistico. Per aggirare le disposizioni del Piano alpino, i promotori degli impianti sul Riedberger Horn avevano richiesto una deroga (cosiddetta procedura di scostamento dall’obiettivo).

La decisione in materia compete al Ministero delle finanze, ma la presa di posizione della ministra dell’ambiente Ulrike Scharf fa vacillare il progetto sciistico: l’impianto di risalita sarà realizzato solo se tutte le altre direzioni amministrative del Land esprimeranno parere favorevole.

La realizzazione del progetto sul Riedberger Horn creerebbe un pericoloso precedente, dal momento che il Piano alpino è in vigore inalterato dal 1972. Contro il progetto hanno preso posizione anche la CIPRA Germania, il Club alpino tedesco e il Bund Naturschutz. In una conferenza stampa alla metà di marzo a Monaco, essi hanno ribadito il loro giudizio negativo. Nell’occasione la CIPRA Germania ha coordinato le prese di posizione delle organizzazioni ad essa aderenti. Allo stesso tempo ha offerto al comune di Balderschwang la propria disponibilità a impegnarsi per lo sviluppo di un turismo naturalistico. Erwin Rothgang, presidente della CIPRA Germania, ha dichiarato “Sarebbe semplicemente imbarazzante se proprio nel periodo in cui la Germania detiene la Presidenza della Convenzione delle Alpi il Piano alpino dovesse essere silurato”. Il danno internazionale sarebbe enorme – a prescindere dal danno inferto alla natura”.

Fonte e ulteriori informazioni: http://www.cipra.org/de/cipra/deutschland/alpenpolitik/riedberger-horn (de), http://www.cipra.org/de/news/alpenplan-am-riedberger-horn-gefaehrdet (de), http://www.br.de/nachrichten/schwaben/inhalt/riedbergerhorn-umstrittene-lifte-100.html (de), http://www.schwaebische.de/region/bayern_artikel,-Ski-Projekt-im-Oberallgaeu-wackelt-_arid,10193757.html (de)

Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter