Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Informazioni supplementari

Notizie

Partecipazione giovanile nelle Alpi: qual è la situazione

I giovani possono e vogliono partecipare all'impostazione del futuro delle Alpi. Con quali modalità viene illustrato nel nuovo rapporto della CIPRA. © CarolineBegle / CIPRA International

Dove vengono coinvolti nelle decisioni i giovani? Quanto pesa la loro voce? Con il suo rapporto la CIPRA fornisce per la prima volta un quadro sulla partecipazione dei giovani a livello alpino
In quali Stati alpini i parlamenti dei giovani partecipano ai processi decisionali? Quali altre istituzioni sono presenti? Qual è il quadro giuridico per la partecipazione giovanile? Con la pubblicazione "Partecipazione giovanile nelle Alpi" la CIPRA fornisce il primo rapporto che confronta le possibilità dei giovani di partecipare alla vita pubblica nei sette Stati alpini. Ne emerge un quadro variegato: mentre la Svizzera, il Liechtenstein e l'Austria offrono ai giovani un quadro istituzionale per la partecipazione, le possibilità di partecipazione per i giovani sono, ad esempio, sostanzialmente assenti dalle aree rurali dell'Italia.
La CIPRA si impegna per dare maggior spazio alla partecipazione dei giovani nelle Alpi. Sostiene pertanto coloro i quali consentono tale partecipazione. Nel rapporto si spiega come: nei prossimi anni la CIPRA costruirà una rete alpina della partecipazione giovanile, creando così le condizioni per una realtà giovanile in rete, indipendente ed emancipata, che saprà prendere responsabilmente il futuro nelle proprie mani. Il punto della situazione presentato nel rapporto indica le direttrici con cui tale rete può essere intrecciata.
Il rapporto è stato cofinanziato attraverso il programma UE "Gioventù in azione" e può essere scaricato dal sito della CIPRA: www.cipra.org/en/young-people-in-the-alps .
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter