Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Architettura alpina: bella e buona

Centro di formazione agricola del Salzkammergut: la Giuria è stata favorevolmente impressionata dall'architettura, dalla sostenibilità e dall'eccellente realizzazione. © Walter Ebenhofer

Che cosa si intende per architettura sostenibile nelle Alpi? Il 29 agosto 2013 sono stati premiati i vincitori del premio internazionale di architettura per ristrutturazioni e costruzioni sostenibili nelle Alpi "Constructive Alps". Le risposte sono sorprendenti, accurate e globali.
Un cinema, una casa di riposo, un mulino, una sede dei vigili del fuoco, un rifugio alpino, una chiesa - è molto ampia la gamma di edifici che, agli occhi dei cinque membri della Giuria internazionale di "Constructive Alps", merita di rappresentare l'architettura esemplare nelle Alpi. I progetti premiati sono distribuiti su tutto l'arco alpino, anche se in materia di architettura sostenibile i committenti e i progettisti del Vorarlberg sono in prima fila.

Centro di formazione agricola Salzkammergut: sostenibilità vissuta
Un centro di formazione agricola dei due architetti del Vorarlberg Josef Fink e Markus Thurnher realizzato in Alta Austria ha ottenuto il primo premio per un approccio particolarmente globale e integrato: il centro di formazione agricola, che si ispira ad una fattoria disposta intorno a una corte centrale a forma di quadrato, è stata realizzata ampliando un fabbricato preesistente, limitando il consumo di suolo e nello standard di casa passiva. Il materiale da costruzione è costituito da abete bianco di provenienza regionale, l'isolamento da lana di pecora. Sul tetto è installato un impianto fotovoltaico, l'acqua piovana fornisce l'acqua sanitaria per le toilette. La scuola è frequentata da 200 aspiranti agricoltori, 150 dei quali sono ospitati nell'edificio. C'è un negozio che smercia prodotti realizzati internamente e addirittura un laboratorio sulle energie rinnovabili.

Sufficienza e sviluppo regionale
La famiglia Brugger ha ristrutturato una vecchia casa contadina di circa 250 anni a Bartholomäberg/A ricorrendo ampiamente al lavoro diretto. La Giuria ha assegnato il secondo premio a questo intervento. L'abitazione è un modello di come si possa intervenire delicatamente sul patrimonio edilizio esistente nelle Alpi, evitando sprechi e migliorando la qualità della vita.
Il terzo premio è andato in Slovenia, al Centro plurifunzionale di Rinka, un centro per lo sviluppo sostenibile della regione di Sol?ava. Questo rimarchevole edificio, dalla facciata in larice e intonaco, ospita in particolare un negozio che vende prodotti regionali e un centro di incontro per gli abitanti.

I progetti modello in mostra attraverso le Alpi
I 30 progetti migliori e più rispettosi del clima sono attualmente esposti presso il Museo alpino di Berna/CH e si sposteranno poi attraverso tutte le Alpi come mostra itinerante. Nell'ottobre 2013 faranno tappa a Vaduz/FL, a dicembre saranno a Merano/I.
All'inizio del 2013 la Svizzera, con il sostegno del Principato del Liechtenstein, dell'Università del Liechtenstein e della CIPRA, ha indetto il Premio di architettura alpina "Constructive Alps" con una dotazione di 50.000 euro. Il premio si pone l'obiettivo di promuovere la protezione del clima nelle Alpi, poiché dagli interventi di costruzione e ristrutturazione dipende il 40% del consumo di energia nelle Alpi.
Fonte e ulteriori informazioni: www.constructivealps.net/it/
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter