Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Su il sipario! Rare farfalle e salamandre pezzate sotto i riflettori

Una farfalla briseide (Chazara briseis), una specie minacciata di estinzione: nel video il sindaco di Ramosch/CH spiega perché per proteggere queste farfalle occorre tagliare alberi. (c) Michael Kettner

Che cosa si può fare per mantenere la straordinaria varietà di piante e animali che vivono nelle Alpi? La CIPRA fornisce alcune risposte nel video "Per le farfalle e le salamandre pezzate - in che modo i comuni alpini possono mettere in rete gli habitat naturali".
Nelle Alpi vivono circa 43.000 specie di piante e animali. Questa straordinaria varietà avrà un futuro solo se gli habitat naturali si conserveranno e verranno collegati in rete. Per mangiare, riposarsi e riprodursi gli animali devono avere libertà di spostamento. I caprioli, per fare un esempio, non sono in grado di attraversare campi spogli e privi vegetazione che fornisca loro un riparo. La limitazione delle possibilità di spostamento ha diverse conseguenze, tra cui l'endogamia.
La politica e l'amministrazione hanno molte opportunità di realizzare passaggi, anche con interventi di modesta entità, che garantiscano la connettività degli ambienti naturali. Nel recente video "Per le farfalle e le salamandre pezzate" la CIPRA indica come fare. Nel filmato i rappresentanti di comuni del Sudtirolo, dell'Engadina e del Dipartimento dell'Isère raccontano quali vantaggi possono trarre dalla messa in rete degli habitat naturali la natura e gli esseri umani.
Il video di 15 minuti si può vedere su: www.cipra.org/it/stampa/comunicati-stampa, www.alpine-ecological-network.org/film-comuni
archiviato sotto:
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter