Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Informazioni supplementari

Notizie

2012: un'estate terribile per i ghiacciai alpini

Il ghiacciaio di Pré de Bar al Monte Bianco, in forte regressione negli ultimi anni. © L.Mercalli

Con lo zero termico oltre i 4000 metri e temperature record anche nelle ore notturne si è evidenziato il fenomeno del ritiro dei ghiacciai, sulle Alpi come nella maggior parte delle aree del globo.
L'estate che si avvia a terminare è, secondo i meteorologi, la seconda estate più calda degli ultimi 200 anni ed è probabile che tra 50 anni stagioni come questa saranno la norma. I ghiacciai sono da anni in continuo ritiro pressoché in tutte le regioni delle Alpi: i ghiacciai della Lombardia nel periodo 1991-2003 hanno subito una riduzione del 21%; tra il 1975 ed il 2005 quelli della Valle d'Aosta son diminuiti del 27%. Tra trent'anni, il ghiacciaio Höllentalferner della Zugspitze, la cima più alta della Germania, rimarrà l' unico ghiacciaio della Baviera.
Nelle Dolomiti un altro effetto del riscaldamento climatico si è potuto verificare presso il Lago di Antermoia, lago di alta quota, ghiacciato per la maggior parte dell'anno e con acque molto fredde anche in estate: quest'estate molti turisti vi hanno potuto fare il bagno!
Ulteriore conferma del clima che si riscalda arriva dalla pubblicazione di una mappa da parte dell'Agenzia Europea per l'Ambiente secondo la quale nelle città italiane, e in generale in quelle del sud Europa, entro fine secolo ci saranno almeno 50 giorni all'anno di caldo torrido.
Fonte e ulteriori informazioni: www.nimbus.it/ghiacciai/2012/120912_PreDeBar,
www.ecologiae.com
www.montagna.tv/cms/?p=42565
www.ansa.it/web/notizie/canali
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter