Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Democrazia, cittadinanza europea e solidarietà

Partecipare attivamente alla progettazione del futuro: giovani del Liechtenstein costruiscono impianti fotovoltaici in economia. © Verein Jugend Energy

Nel programma UE «Gioventù in azione» non sono tanto i risultati a contare, quanto l’esperienza dell’apprendimento. I giovani possono contare su un sostegno nelle varie fasi dei loro progetti e in base alle loro esigenze specifiche.
Un gruppo di giovani propone di coprire tutti i tetti del Liechten­stein ­con impianti solari. Questi giovani cittadini del Liechtenstein sono partiti con un impianto fotovoltaico di 400 metri quadri sull’edificio postale di Schaan, messo in opera con un lavoro in autonomia. I ricavi dell’impianto avrebbero dovuto finanziare altri progetti. Dalla pianificazione attraverso il finanziamento fino al rifinanziamento: tutto è nelle loro mani; la responsabilità, infatti, è dell’associazione «Jugend Energy».
Questo straordinario impegno è possibile anche grazie a un ­finanziamento iniziale erogato attraverso il programma UE «Gioventù in azione», che finanzia giovani fra 13 e 30 anni affinché si impegnino attivamente e partecipino a creare il futuro dell’Europa e affinché possano mettere in pratica le proprie idee e i propri progetti (vedi riquadro). Al centro del programma c’è la diversità culturale e la partecipazione dei giovani europei, in particolare quelli con più bisogno di aiuto. I giovani devono sviluppare la ­coscienza di una cittadinanza europea attiva, nonché solidarietà e tolleranza per gli altri. Sono coinvolti tutti i giovani, indipendentemente dalle loro origini sociali e culturali e dal grado di istruzione.
Il programma è composto da diverse azioni, fra cui impegni sociali, ideazione di progetti, progetti di scambio, formazione e perfezionamento. Nel Liechtenstein, il programma UE «Gioventù in azione» è ­coordinato dal centro di informazione per la gioventù «aha – Tipps & Infos für junge Leute» per conto del Governo e della Commissione Europea.

Diverse esigenze
Il team aha accompagna i giovani nelle diverse fasi del loro progetto. A seconda delle esigenze del gruppo e dell’andamento del progetto, il coaching prende strade diverse. E’ possibile che un gruppo abbia biosogno di aiuto dalla prima idea fino alla pianificazione, un altro invece durante la fase esecutiva o nella comunicazione. L’offerta del coaching va dai suggerimenti tecnici a ­livello di gestione del progetto, all’aiuto nella messa in rete con i partner o con gli sponsor, passando per la mediazione in caso di conflitti all’interno del team di progetto. L’accompagnamento dei giovani durante lo sviluppo e la realizzazione di un proprio progetto è di fondamentale importanza per l’apprendimento non formale: i giovani imparano dagli errori e dalle crisi. Nell’ambito di «Gio­ventù in azione» non è tanto il risultato a contare, ma l’esperienza di apprendimento attraverso il processo di gruppo e progettuale.
«Gioventù in azione» non solo promuove progetti, ma insegna anche ai giovani come sviluppare processi partecipativi per proprio conto. Spesso è proprio chi ha partecipato a scambi giovanili a rivelarsi particolarmente idoneo a diventare accompagnatore internazionale di giovani. Nel corso internazionale per accompagnatori di giovanili, offerto dallo aha come corso base, della durata di due giorni, i giovani adulti imparano come dirigere i gruppi di scambio giovanili e come accompagnare i giovani in diversi Pesi europei. Non è necessaria una precedente formazione nel campo del lavoro con i giovani. Dopo il corso base i partecipanti hanno a disposizione corsi di perfe­zionamento su temi quali la soluzione di conflitti e la gestione dei progetti.
Gli accompagnatori internazionali dei giovani sono particolarmente ricercati: il Liechtenstein, e in particolare l’aha, riceve sempre un gran numero di inviti a partecipare a progetti di scambio in tutta l’Europa.

Virginie Meusburger-Cavassino, aha Liechtenstein
www.aha.li (de)
*********************************************
885 milioni per il lavoro con i giovani a livello europeo
Il programma UE «Gioventù in azione», lanciato all’inizio del 2007 e con scadenza nel 2013, è aperto ai giovani tra i 13 e i 30 anni. Complessivamente sono disponibili 885 milioni di Euro per gruppi giovanili, associazioni senza fini di lucro ed enti operanti nel settore del lavoro con i giovani in 31 Paesi. Il programma si prefigge di promuovere la cittadinanza europea, la solidarietà e l’impegno democratico dei giovani e di rafforzare la mobilità e la cooperazione dei giovani in Europa. L’accesso al programma è stato esteso anche ai giovani di Paesi non UE.
Per gli adulti «Gioventù in azione» propone, attraverso il portale SALTO, una piattaforma per promuovere in tutta l’Europa offerte di formazione volte a favorire la partecipazione giovanile. Anche le singole agenzie nazionali di «Gioventù in azione» propongono un’offerta di formazione di questo tipo.
www.salto-youth.net (en)
http://ec.europa.eu/youth (en/de/fr)
*********************************************
Origine: Alpinscena n. 97 (www.cipra.org/it/alpmedia/pubblicazioni/5017)
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter