Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Spettacolo: nuova funivia sul Monte Bianco

Nuova funivia del Monte Bianco: meraviglia tecnologica o banalizzazione turistica?

Nuova funivia del Monte Bianco: meraviglia tecnologica o banalizzazione turistica? © CIPRA International

Stanno per partire i lavori di costruzione della nuova funivia del Monte Bianco, un colosso di vetro e acciaio da oltre 100 milioni di euro, con cabine circolari e trasparenti, capaci di rotare su se stesse in modo che la vista panoramica possa spaziare a 360 gradi.
Partenza da Entreves/I, stazione intermedia al Papillon/I (2178 metri) con tanto di ristorante panoramico e arrivo a Punta Helbronner (3452 metri) dove sarà realizzata una terrazza circolare di 14 metri di diametro dalla quale turisti anche in ciabatte o tacchi a spillo potranno ammirare le principali vette del massiccio del Bianco e cimentarsi in una passeggiata sul ghiacciaio. Dalla stazione di arrivo un ascensore, realizzato all'interno di un cunicolo scavato nel granito, consentirà di accedere al Rifugio Torino (quota 3335). Già da quando si iniziò a parlare del rifacimento della funivia vennero sollevate perplessità sul nuovo progetto da parte delle organizzazioni di tutela ambientale, non solo per la quantità di cemento ed acciaio utilizzate. Pur comprendendo le necessità di un rifacimento della funivia giunta a fine vita tecnico, le richieste ambientaliste erano di ammodernarla senza incrementare la già forte pressione antropica esercitata su quella delicata zona di alta montagna.
Fonti: www3.lastampa.it/costume/sezioni/articolo, http://mountainwilderness.it/mw/campagne
archiviato sotto: ,
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter