Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Valle del Reno: sostenibile e senza confini Rete della Fondazione Binding Schaan/FL

Valle del Reno

Valle del Reno

La Valle del Reno alpino vuole diventare una regione pilota per la difesa del clima. E la CIPRA vuole sostenerla in questo percorso. A novembre 2010 si trarrà un primo bilancio degli sforzi compiuti.
La storia di questo progetto risale al 2005, anno in cui la Fondazione Binding di Schaan/FL ha organizzato nel Liechtenstein un simposio dal titolo: “Prospettive per un rapporto equilibrato tra natura e società”. Tema impegnativo, partecipanti illustri, tra cui il Patriarca di Costantinopoli, un vescovo brasiliano, vari docenti universitari, un’attivista dedita alla protezione dell’orangutan in Indonesia, il titolare della principale casa di vendite per corrispondenza del mondo e la CIPRA. Cos’avevano in comune? Negli anni precedenti tutti avevano ricevuto il “Grande Premio Binding per la protezione della natura e dell’ambiente”, una somma di 50.000 franchi, pari a circa 35.000 euro, con cui vengono insignite le prestazioni straordinarie di salvaguardia della naturale sopravvivenza.
Fu un simposio davvero riuscito. Gli studiosi riuniti hanno formulato varie linee guida, volte a conferire una nuova dinamica alla sostenibilità, “per uscire dallo stato di necessità etica ed esistenziale”. A questo scopo occorre rafforzare la regione nella sua veste di istanza d’intervento e orientamento in grado di formare un’identità e intensificare il rapporto emozionale dell’uomo con la natura e l’ambiente.
La CIPRA è stata incaricata di sviluppare insieme alla Rete di comuni “Alleanza nelle Alpi” una strategia per sostenere la Valle del Reno alpino, con le sue molte iniziative e attività distribuite su tre Stati, nel suo intento di diventare una “regione modello per la sostenibilità”. Il budget ammonta a 35.000 Franchi svizzeri. Intanto, anche la “Rheintalische Grenzgemeinschaft”, un raggruppamento di comuni del triangolo tra Svizzera, Liechtenstein e Austria, è entrata a far parte del gioco. Negli ultimi cinque anni, in seminari e altre manifestazioni, sono state sondate le esigenze e le disponibilità dei comuni e di altri operatori, sono state raccolte idee e molto altro ancora, sempre attenendosi al principio della sostenibilità. Nell’agosto 2009, a Gamprin/FL circa 50 rappresentanti politici ed economici si sono incontrati per elaborare attività concrete. Nel 2010 partiranno i primi progetti.
www.cipra.org/binding
www.binding.li (de)
Fonte: Relazione annuale 2009 CIPRA Internazionale
www.cipra.org/it/CIPRA/cipra-internazionale
archiviato sotto:
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter