Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Fuga dei cervelli: una rete di opportunità per le Alpi

Sfruttare il brain drain: la messa in rete è più importante della prossimità territoriale

Sfruttare il brain drain: la messa in rete è più importante della prossimità territoriale © hofschlaeger, www.pixelio.de

Anche lo spazio alpino è interessato dalla migrazione di persone altamente qualificate verso altre regioni o paesi. Tuttavia, secondo uno studio dell'Arge Alp (Comunità di Lavoro delle Regioni Alpine), le Alpi possono anche trarre vantaggi da questo "brain drain".
I "cervelli" fuggiti per il mondo rappresentano moltiplicatori e ambasciatori dell'immagine per la loro regione di provenienza. Si tratta ora di lavorare partendo da questa base. L'economia, il turismo e l'immagine di una regione possono approfittare di questi "ambasciatori". Occorre tuttavia, prosegue lo studio, consolidare i legami degli emigranti altamente qualificati con la rispettiva regione di origine. Si devono costruire reti e strutture per mantenere i contatti con le persone emigrate e promuovere lo scambio di conoscenze. Alcune iniziative concrete sono già state avviate: la Rete di sudtirolesi all'estero conta 1.300 membri in più di 80 Paesi del mondo. Oltre a un forum, la piattaforma offre una borsa dei posti di lavoro e notizie aggiornate dal Sudtirolo.
Fonte e ulteriori informazioni: www.argealp.org/projekte/?L=5
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter