Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

La biodiversità sotto i riflettori

La manutenzione del paesaggio culturale dà un prezioso contributo alla conservazione della biodiversità. © Comune di Frastanz/A

Biodiversità - nell'Anno internazionale della biodiversità 2010 tutti ne parlano e anche nei comuni è diventata IL tema all'ordine del giorno. È perciò ormai chiaro a tutti di cosa si tratta: la varietà biologica, la sua conservazione e tutela vanno considerate il fondamento della nostra vita.
Nell'ambito della Rete di comuni, la consapevolezza dell'importanza della protezione della natura è da tempo un tema di primo piano. Non da ultimo, anche grazie al programma DYNALP², che dal 2006 al 2009 ha sostenuto molti progetti per la protezione e la riqualificazione degli ambienti naturali e delle rispettive specie di piante e animali. In Austria, ad esempio, sono stati promossi quattro progetti di sviluppo del paesaggio per la conservazione del paesaggio rurale tradizionale, mentre nel Canton Ticino, in Svizzera, grazie al recupero delle selve castanili, è tornata a nidificare la nottola minore, una specie di pipistrello tipica dei boschi maturi, a rischio di estinzione in Europa. Maggiori informazioni su questi e altri progetti DYNALP² sono consultabili su www.alleanzalpi.org/it/progetti/dynalp2.
Le schede (Fact sheets) dell'iniziativa Continuum ecologico possono illustrare al vostro comune, in modo chiaro e comprensibile, l'importanza della biodiversità e della connettività ecologica. Esse presentano una serie di esempi concreti di intervento, specifici per ciascun settore, volti a favorire la connettività ecologica. Una delle undici schede è dedicata al ruolo dei comuni nella messa in rete degli habitat. Le schede possono essere scaricate in italiano, francese e tedesco su www.alpine-ecological-network.org/index.php (de/fr/it).
archiviato sotto:
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter