Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Dove la disoccupazione è ancora un mito: Idrija/Sl, "Città alpina dell'anno 2011"

Sulla strada della sostenibilità: Idrija/Sl, la "Città alpina dell'anno 2011" si propone di diventare una città modello per la protezione del clima.

Sulla strada della sostenibilità: Idrija/Sl, la "Città alpina dell'anno 2011" si propone di diventare una città modello per la protezione del clima. © CIPRA Internazionale

Ad aprile la città slovena di Idrija è stata dichiarata ufficialmente "Città alpina dell'anno 2011". Nel 2011 Idrija si propone di compiere un grande passo in avanti per diventare una città modello per la protezione del clima e usufruirà del titolo di "Città alpina dell'anno" per acquisire una maggior notorietà, anche al di fuori della Slovenia, nel settore dello sviluppo sostenibile.
Questa piccola città di circa 12.000 abitanti, situata nel settore sudorientale dell'arco alpino, era finora conosciuta soprattutto per aver ospitato la seconda miniera di mercurio più grande del mondo. Dopo la chiusura della miniera, alla fine degli anni '80, Idrija si è sviluppata come importante centro dell'industria high-tech, che garantisce un tasso di disoccupazione praticamente nullo. In un seminario di lancio all'inizio di aprile, Idrija ha presentato ai rappresentanti dell'associazione "Città alpina dell'anno" le attività previste per l'anno in cui sarà detentrice del titolo. Il programma della città, che ambisce a diventare un modello per la protezione del clima, comprende numerose iniziative per migliorare l'efficienza energetica. Verrà ad esempio calcolata quanta energia si può produrre dalla biomassa locale e qual è il corrispondente potenziale di risparmio di fonti energetiche fossili. Sono previsti interventi volti a ridurre l'inquinamento luminoso e l'impatto ambientale e provvedimenti volti a sensibilizzare gli abitanti per un uso razionale dell'acqua potabile. In questo contesto viene inoltre promossa la costruzione di impianti di depurazione decentrati.
Complessivamente, lo sviluppo di un turismo sostenibile nella città e in tutta la regione assume un'importanza prioritaria affinché diventi un'ulteriore colonna portante per l'economia della città In questa ottica rientra anche lo sviluppo della rete di piste ciclabili e la realizzazione di un "Geoparco", un'iniziativa che si configura quale geo-logica prosecuzione di una storia secolare, con la quale Idrija si propone di essere accolta come patrimonio naturale mondiale nell'elenco dei siti dell'UNESCO.
Fonte e ulteriori informazioni su www.cittaalpina.org/it/citta-alpine/220 (de/fr/it/sl)
archiviato sotto:
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter