Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Informazioni supplementari

Notizie

Parchi nazionali di montagna e costruzione di processi partecipativi sul territorio

I parchi nazionali non sono solo spazi dedicati alla natura: anche gli abitanti vivono e lavorano nelle aree protette.

I parchi nazionali non sono solo spazi dedicati alla natura: anche gli abitanti vivono e lavorano nelle aree protette. © Parco nazionale Alti Tauri, Carinzia/Daniel Zupanc

La prima edizione del 2010 della "Revue de géographie alpine" / "Journal of alpine research" presenta cinque ricerche sulle aree protette di montagna e i rispettivi processi partecipativi. Gli studi si pongono domande quali: le tendenze e gli orientamenti politici volti alla ricerca di compromessi e del consenso contribuiscono a superare gli errori commessi dalle precedenti politiche di protezione dell'ambiente?
Si possono individuare approcci comuni per la gestione dei parchi nazionali di montagna grazie alle dinamiche transfrontaliere e allo scambio di esperienze acquisito dai responsabili delle aree protette durante incontri e convegni?
I parchi nazionali sono stati istituiti ormai da molti anni, spesso in conflitto con la popolazione locale. Dagli anni '70 la partecipazione pubblica all'amministrazione dei parchi nazionali è una pratica corrente, anche se le realtà sono differenziate a livello locale. Nel suo contributo Stéphane Héritier constata che la partecipazione pubblica può anche provocare la frammentazione della collettività e rendere più difficile la formazione di coalizioni di attori.
Gli articoli della rivista, in francese e inglese, sono consultabili su http://rga.revues.org/index1086.html (fr/en)
archiviato sotto: ,
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter