Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Grandi mammiferi e rapaci tornano a popolare le Alpi

Un piccolo passo per un lupo, un grande passo per la popolazione alpina. Il lupo è ritornato in Baviera.

Un piccolo passo per un lupo, un grande passo per la popolazione alpina. Il lupo è ritornato in Baviera. © Robert Myslajek/Association for Nature "Wolf" Poland

Diverse specie di grandi mammiferi e rapaci, da tempo estinti nelle Alpi, stanno facendo ritorno nei loro territori di origine. Nel mese di marzo, il gipeto, il più grande volatile della regione alpina, è tornato a riprodursi nel Parco nazionale degli Alti Tauri/A.
L’Austria si aggiunge così a Francia, Italia e Svizzera, i primi Paesi in cui questo grande rapace, che fino a 25 anni fa era estinto nelle Alpi, si è riprodotto con successo.
I mass media dell’Alta Baviera riferiscono intanto che il lupo è tornato a farsi vedere in Baviera, dopo che per quattro anni se ne erano perse le tracce. Dalle analisi genetiche risulta che l’esemplare appartiene alla popolazione appenninica che ha colonizzato le Alpi e proviene dalla Svizzera.
Anche nel Parco naturale regionale della Chartreuse, in Francia, è imminente il ritorno di una specie che era scomparsa da tempo: nella primavera di quest’anno e dell’anno prossimo verranno reintrodotti alcuni stambecchi per costituire gradualmente una popolazione permanente e autonoma.
Fonti e ulteriori informazioni sui programmi di reintroduzione ai seguenti indirizzi
www.ovb-online.de/nachrichten/bayern (de), www.hohetauern.at/de/aktuellespresse (de), www.wild.uzh.ch/bg/index_i.htm (de/en/fr/it), www.actu-environnement.com/ae/news (fr), www.parc-chartreuse.net (fr).
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter