Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Alpi Marittime: i corridoi ecologici riducono gli incidenti stradali

© Frank Schultze/Zeitenspiegel

Oltre a preservare la biodiversità, i corridoi ecologici sono funzionali alla riduzione degli incidenti su strade e autostrade.
Il problema degli incidenti causato da animali selvatici è uno dei più importanti che il progetto vuole affrontare. Animali selvatici come ungulati, uccelli predatori e anfibi percorrono sempre le stesse vie nei loro spostamenti alla ricerca di cibo o per trovare un posto adatto alla loro riproduzione. Può succedere che queste vie siano interrotte da strade, creando una situazione potenzialmente pericolosa sia per gli automobilisti che per gli animali.

Secondo il Parco Nazionale delle Alpi Marittime, una delle sette regioni pilota del progetto, negli ultimi due anni gli incidenti stradali che hanno visto coinvolti ungulati sono stati 419 solo nella provincia di Cuneo (dai forniti dalla Provincia di Cuneo). In molti casi questi incidenti pericolosi per la vita dei conducenti coinvolti, avrebbero potuto essere evitati con una migliore pianificazione territoriale e stradale e con un uso più ampio delle tecnologie esistenti.
Ad esempio, nel dipartimento francese dell'Isère (un'altra regione pilota del progetto) è attualmente in fase di testaggio un sistema di segnaletica che è in grado di riconoscere un animale che vuole attraversare la strada e attivare di conseguenza dei segnali luminosi intermittenti che avvisano il conducente del pericolo.
Il Parco Nazionale Alpi Marittime è stato scelto come regione pilota del progetto grazie all'alto tasso di biodiversità che ospita. e grazie al fatto che costituisce un vero e proprio collegamento tra la Provenza, le Alpi, la Pianura Padana e il Mediterraneo. L'attività del Parco per ECONNECT si concentra su:
- Connettività aerea: aumentare la sicurezza per i galliformi e uccelli migratori, spesso minacciati dai fili per la cabinovie, skilift e, in Valle Stura, da un progetto di un parco eolico.
- Connettività acquatica: considerare tutte le barriere nei corsi acquatici della regione per trovare soluzioni e ridurne l'impatto su fauna e flora.
- Connettività terrestre: localizzare le infrastrutture che pongono dei problemi alle specie più delicate

Maggiori informazioni sul progetto ECONNECT sono a disposizione su www.econnectproject.eu
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter