Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Rigorose prescrizioni climatiche per gli edifici nuovi a partire dal 2020

Un'immagine che in futuro, in seguito all'approvazione di una direttiva UE, diventerà più comune - pannelli solari su un vecchio edificio.

Un'immagine che in futuro, in seguito all'approvazione di una direttiva UE, diventerà più comune - pannelli solari su un vecchio edificio. © CIPRA Internazionale

A partire dal 2020 nell'UE i nuovi edifici dovranno osservare rigorose prescrizioni per quanto riguarda il bilancio energetico. La scorsa settimana, i rappresentanti del Parlamento europeo e degli Stati UE hanno concordato che in futuro gli edifici di nuova costruzione dovranno ridurre quasi completamente le emissioni di gas serra.
Oltre a ciò, il fabbisogno energetico residuo dovrà essere coperto per una percentuale significativa con fonti rinnovabili. Per gli edifici pubblici la disposizione entrerà in vigore due anni prima.
Gli Stati UE dovranno inoltre accelerare la trasformazione degli edifici esistenti in case a energia zero. Per raggiungere tale obiettivo, gli Stati membri dovranno promuovere gli impianti solari e impianti di riscaldamento e condizionamento efficienti. Per finanziare le ristrutturazioni, oltre ai contributi statali verranno elaborati appositi programmi di sostegno UE.
Per le case per le vacanze, gli edifici religiosi e i monumenti storici verranno adottate regolamentazioni specifiche, che devono ancora essere approvate dal Parlamento europeo e dagli Stati membri. Queste decisioni ancora in sospeso dovrebbero essere assunte all'inizio di gennaio 2010, dopo di che gli stati avranno due anni di tempo per mettere in pratica le disposizioni.
Fonti:
www.faz.net/s (de)
http://umweltenergie.blogspot.com/2009/11 (de)
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter