Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Cambiamento del clima e sfruttamento idroelettrico

I cambiamenti climatici riducono il potenziale idroelettrico, nonostante il momentaneo aumento dell'acqua di fusione dei ghiacciai.

I cambiamenti climatici riducono il potenziale idroelettrico, nonostante il momentaneo aumento dell'acqua di fusione dei ghiacciai. © CIPRA International

La rete "Acqua nelle regioni di montagna", in collaborazione con diversi partner, analizza le sfide che si prospettano per lo sfruttamento idroelettrico in Svizzera in seguito ai cambiamenti climatici.
La ricerca principale, suddivisa in tre moduli, si propone di fornire una panoramica regionale differenziata sugli effetti prodotti dai cambiamenti climatici sui regimi di deflusso e sulla gestione operativa delle singole centrali idroelettriche facendo ricorso a modellizzazioni climatologiche e idrologiche. Si potrà così riconoscere per tempo la necessità di intervenire per avviare le strategie e i provvedimenti opportuni.
Dalla ricerca preliminare del progetto, emerge che nelle Alpi si può stimare una riduzione del deflusso medio di circa il 7% entro il 2050, corrispondente a una pari diminuzione del potenziale idroelettrico. Lo studio rivela inoltre che finora è stata prestata scarsa attenzione alle questioni sociopolitiche, come l'accentuarsi di conflitti di utilizzo e interessi tra i diversi fruitori (agricoltura, uso potabile, idroelettrico ecc.).
Info: www.netzwerkwasser.ch/klimaaenderung_und (de)
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter