Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

La Svizzera dice "no" agli autotreni da 60 tonnellate

Brücke

I gigaliner costituirebbero una pesante sollecitazione per ponti e viadotti. © PIXELIO / Rainer Sturm

Le associazioni ambientaliste hanno lanciato una campagna contro l'introduzione dei cosiddetti "gigaliner", autotreni lunghi oltre 25 metri e pesanti fino a 60 tonnellate, sulle strade della Svizzera.
Ma anche il Consiglio federale ha espresso un netto rifiuto dei "mostri della strada". Per i grandi spedizionieri i gigaliner rappresentano un vantaggio per la logistica dei trasporti, sono tuttavia in contraddizione con una politica sostenibile dei trasporti. In tutta Europa più di 120 associazioni da 20 Paesi si sono nel frattempo attivate in una coalizione contro l'introduzione degli autotreni da 60 tonnellate.
Nei Paesi scandinavi invece i gigaliner sono già in circolazione da alcuni anni nel trasporto interno. Anche nei Paesi Bassi e in Germania è stata avviata una sperimentazione pilota. L'UE, da parte sua, ha commissionato una ricerca con l'obiettivo di approfondire gli effetti dei gigaliner nel trasporto transnazionale, che dovrà fornire una base per la decisione sull'ammissione dei veicoli da 60 tonnellate in tutta l'UE.
Fonti e petizione: www.verkehrsclub.ch/de/politik-kampagnen (de/fr/it), www.swissinfo.ch (de/fr/it) 23.12.2008
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter