Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Francia: confermato il valore giuridico della Carta dell'ambiente

Bergsee

In Francia la tutela dei grandi laghi di montagna non verrà ridimensionata. © CIPRA International

Il Consiglio di Stato, la suprema istanza della giurisdizione amministrativa in Francia, ha annullato un decreto che si proponeva di diminuire il livello di protezione dei laghi di montagna facendo riferimento alla Carta dell'ambiente.
La suprema istanza amministrativa ha con ciò precisato che la Carta dell'ambiente è giuridicamente vincolante. L'origine di questo pronunciamento è stato un emendamento del Parlamento che si proponeva di diminuire la tutela dei laghi di montagna più grandi di 1.000 ettari. La città di Annecy/F si era opposta presentando il ricorso sul quale si è ora pronunciato il Consiglio di Stato, che ha dato un chiaro segnale a sostegno della Carta dell'ambiente e ha sottolineato il suo valore costituzionale. Per l'organizzazione non governativa France Nature Environnement questa delibera ha un'importanza storica: ora più che mai il diritto ambientale costituisce uno strumento essenziale nella battaglia contro il degrado del pianeta.
La Francia ha inserito la Carta dell'ambiente nella sua Costituzione nel 2005. Il principio di prevenzione e la protezione dell'ambiente ottengono così lo stesso rango dei diritti dell'uomo e del cittadino del 1789 e dei diritti economici e sociali del 1946.
Info: www.journaldelenvironnement.net/fr/document
JDE&ctx=291 (fr), www.fne.asso.fr/fr
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter