Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Austria: il traffico pesante grava sulla collettività

Un recente studio dell'istituto svizzero Progtrans prevede che entro il 2020 in Austria il traffico pesante aumenterà del 50%. Secondo l'Associazione trasporti e ambiente Austria (VCÖ, Verkehrsclub Österreich), la causa principale di questa valanga di Tir consiste nella mancanza di una verità dei costi.
Il VCÖ sostiene che il trasporto merci su strada in Austria riceve sovvenzioni per un ammontare complessivo di 3,5 miliardi di Euro all'anno.
Uno studio del VCÖ dimostra inoltre che in Austria il trasporto merci su strada ha provocato, solo nel 2006, costi nell'ordine di 5,7 miliardi di Euro. La quota di costi per la costruzione e la manutenzione delle strade ammonta a circa 3,3 miliardi di Euro. Il traffico di mezzi pesanti provoca inoltre costi sanitari e ambientali, dovuti a rumore, gas di scarico e incidenti, pari a circa 2,4 miliardi di Euro all'anno. Ciò significa che l'anno scorso in Austria ogni persona ha sovvenzionato il traffico pesante su gomma con un contributo involontario di 440 Euro.
Con un pacchetto di misure, la politica dei trasporti austriaca potrebbe arginare l'incombente valanga di Tir. Il VCÖ chiede l'aumento delle accise sul carburante per motori diesel, più controlli e l'estensione del pedaggio per i veicoli pesanti sulle strade utilizzate come alternative. Fonte: www.vcoe.at/start.asp?b=92&ID=2682 (de)
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter