Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

UE: il protocollo Trasporti della Convenzione delle Alpi non è all'ordine del giorno

Vorsitz und ständiges Sekretariat der Alpenkonvention

La Presidenza e il Segretariato permanente della Convenzione delle Alpi: Regula Imhof, Laurent Stefanini e Marco Onida. © CIPRA International

L'UE non vede al momento alcuna necessità di ratificare il protocollo Trasporti della Convenzione delle Alpi.
Dal 22 al 24 ottobre si è tenuta a Bolzano/I la 36ª riunione del Comitato permanente della Conferenza delle Alpi. Nell'occasione il Segretario generale Marco Onida ha comunicato di aver chiesto alla Direzione generale Energia e Trasporti di Bruxelles quali fossero le prospettive di ratifica del protocollo Trasporti della Convenzione delle Alpi da parte dell'UE. Nel dicembre 2006 l'UE ha sottoscritto il protocollo Trasporti, ma finora non lo ha ancora ratificato, atto che sarebbe necessario per l'entrata in vigore del protocollo per l'UE. La risposta sintetica da Bruxelles è che "per motivi politici" non sarebbe al momento possibile avviare la ratifica, perché questo susciterebbe reazioni contrastanti tra gli Stati non direttamente interessati da tale protocollo.
Gli Stati alpini mostrano poca comprensione per questa argomentazione. Il processo politico per la sottoscrizione del protocollo ha evidenziato che le maggioranze necessarie si potrebbero trovare. Alla Slovenia e alla Francia, i prossimi Stati ad assumere la Presidenza dell'UE, è stato richiesto di impegnarsi a fondo per la ratifica del protocollo Trasporti da parte dell'UE durante il proprio periodo di Presidenza.
La Convenzione delle Alpi sta attualmente elaborando un piano d'azione sul cambiamento climatico comprendente misure concrete e un calendario. Essa soddisfa così una richiesta avanzata dalla CIPRA, Commissione Internazionale per la Protezione delle Alpi, che era stata accolta nel novembre 2006 ad Alpbach/A, nell'ultima Conferenza dei/delle Ministri/e, e poi trasmessa come mandato al Comitato permanente. La decisione sul Piano d'azione verrà assunta nella prossima Conferenza dei/delle Ministri/e all'inizio del 2009 in Francia.
Il Segretariato permanente è stato inoltre incaricato di concludere un Memorandum of Understanding con l'associazione "Città alpina dell'anno" allo scopo di intensificare la cooperazione con tale associazione.
Fonte: CIPRA Internazionale
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter