Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Si può convivere con il lupo mediante il pascolo sorvegliato

Ricorrere all'abbattimento è stata spesso la soluzione adottata per contrastare il ritorno del lupo nelle Alpi. E' accaduto sia in Francia che in Svizzera (dove peraltro il numero di lupi è davvero esiguo).
Richieste di abbattimenti vengono periodicamente avanzate anche in Italia; finora, tuttavia, prima nell'Appennino dove la presenza del lupo è consolidata e la convivenza con le attività della pastorizia è possibile, poi nelle Alpi dove si è insediato negli ultimi anni, né lo Stato italiano né le Regioni hanno ceduto alle pressioni di cacciatori e allevatori. In Piemonte - la regione alpina maggiormente interessata - il lupo viene da anni studiato e monitorato e si è cercato di trovare soluzioni diverse. Recentemente l'amministrazione regionale ha deliberato lo stanziamento di fondi da erogare ai pastori che si impegnano ad attuare il "pascolo gestito". La strategia è quella di organizzare dei pascoli protetti e sorvegliati. Rinchiudendo infatti pecore o capre in recinti notturni e sorvegliando le greggi (anche con particolari cani da pastore) gli attacchi da parte dei lupi e le predazioni sono ridotte al minimo.
Fonte e info: www.regione.piemonte.it/governo/bollettino (it)
archiviato sotto: ,
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter