Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Budoia: la mensa bio suscita interesse ed entusiasmo

I bambini hanno preparato i frutti nel laboratorio, la cui realizzazione è stata possibile grazie al premio di "Futuro nelle Alpi".

I bambini hanno preparato i frutti nel laboratorio, la cui realizzazione è stata possibile grazie al premio di "Futuro nelle Alpi". Mensa bio Budoia

Prosegue a Budoia il progetto legato alla mensa scolastica, tra difficoltà ed entusiasmo di genitori, insegnanti e bambini. Il premio Futuro nelle Alpi ha permesso di proseguire l'attività di promozione del progetto tra le famiglie e soprattutto di sostenere l'attività di formazione ed educazione alimentare rivolta agli alunni delle scuole.
I bimbi che usufruiscono del servizio mensa frequentano la scuola materna e la scuola elementare, e consumano un totale di circa 180 pasti al giorno. A loro si uniscono una decina di insegnanti e alcuni impiegati comunali, che nell'ultimo anno hanno chiesto di poter usufruire del servizio. Nell'arco dell'anno scolastico sono quindi circa 22 mila i pasti serviti. L'eco del premio vinto e l'avvio di un gruppo d'acquisto tra le famiglie del paese hanno portato nuova attenzione sull'iniziativa, che è stata anche presentata in una delle più interessanti trasmissioni di contro-informazione della RAI: Report di RAI 3. In tale trasmissione, Budoia, la sua mensa e il suo gruppo d'acquisto sono stati citati e descritti tra le "good news". Proprio il gruppo d'acquisto, GasPedemontana, formatosi di recente, che reperisce frutta e verdura dai produttori locali, oltre ad olio extra-vergine d'oliva, parmigiano, pasta, farina e agrumi direttamente da produttori italiani ha portato nuova linfa all'attività. La gestione del punto cottura è stata appaltata a una cooperativa del paese che impiega un cuoco, due aiutanti e una persona per la consegna dei pasti, contribuendo così all'occupazione e allo sviluppo dell'economia locale.
E' indubbio che la gestione della mensa "partecipata" proposta a Budoia non è usuale (è anche per questo che è stata premiata!) e ciò ha comportato alcune incertezze sull'inquadramento burocratico nel quale potersi muovere correttamente. Sono stati apportati alcuni cambiamenti nelle convenzioni tra associazione e Comune e nei prossimi mesi verranno valutate nuove possibilità di gestione per il prossimo triennio. Tutto ciò verrà fatto mantenendo sempre i valori da cui si è sviluppata l'iniziativa ma in modo da facilitare la gestione quotidiana. Grazie al progetto Dynalp2, appena iniziato, queste problematiche saranno completamente risolte.
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter