Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Sempre più caldo nelle Alpi

L'IPCC prevede un massiccio arretramento dei ghiacciai. © www.pixelquelle.de

Per la prima volta, nella seconda parte del rapporto sul clima dell'ONU recentemente pubblicato, vengono riportate indicazioni specifiche sugli effetti del cambiamento del clima in singoli stati e regioni.
Secondo l'IPCC, Intergovernmental Panel on Climate Change, le Alpi sono una delle regioni d'Europa che saranno maggiormente colpite da ondate di calore e siccità.
Le ricercatrici e i ricercatori sostengono che la flora alpina sarà soppiantata da piante sempreverdi, sospinta a quote sempre maggiori o addirittura a rischio di estinzione. A causa del riscaldamento i piccoli ghiacciai spariranno completamente, mentre i più grandi diminuiranno dal 30 al 70% entro il 2050. Ciò provocherà difficoltà di approvvigionamento idrico per il venir meno dei serbatoi naturali rappresentati dai ghiacciai. L'acqua di fusione, inoltre, porterà alla formazione di laghi caratterizzati da un alto rischio di tracimazione e inondazione. A causa dell'aumento delle temperature si prolungherà il periodo di assenza di neve. Per un riscaldamento di due gradi Celsius, e mantenendo invariato il livello delle precipitazioni, il comitato di ricercatrici e ricercatori sul clima stima che si avranno 50 giorni in più senza neve.
Fonte e info: www.ipcc.ch (en/fr/es)
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter