Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

I comuni mettono in pratica i saperi alpini

Nel progetto "Futuro nelle Alpi" esperte ed esperti hanno raccolto approfondite conoscenze sullo sviluppo sostenibile nelle Alpi. Mettere in pratica questo sapere è ora l'obiettivo del nuovo progetto DYNAP2, lanciato dalla Rete di comuni Alleanza nelle Alpi.
I comuni e le associazioni di comuni possono presentare progetti che contribuiscano ad uno sviluppo sostenibile e all'applicazione delle conoscenze di "Futuro nelle Alpi", un progetto della Commissione Internazionale per la Protezione delle Alpi CIPRA. La Rete di comuni sosterrà economicamente i progetti selezionati per un ammontare complessivo compreso tra 20.000 e 40.000 Euro, il 50% del quale dovrà essere messo a disposizione dai comuni. Complessivamente verranno assegnati 500.000 Euro.
I comuni membri della Rete Alleanza nelle Alpi possono inviare le loro idee fino al 15 settembre. La documentazione e informazioni dettagliate sul bando di concorso possono essere scaricate da http://dynalp.alpenallianz.org/de/ausschreibung.
Tematicamente i progetti dovranno affrontare una delle sei domande: "Creazione di valore aggiunto regionale", "Capacità d'azione sociale", "Aree protette", "Mobilità", "Nuove forme di processi decisionali" e "Politiche e strumenti". Per la selezione la Giuria internazionale presterà particolare attenzione alla sostenibilità dei progetti: chi riesce ad armonizzare meglio le esigenze ecologiche, economiche e socioculturali? Chi ha idee che siano trasferibili ad altri comuni e regioni e in grado di richiamare una maggior attenzione da parte dell'opinione pubblica sul tema della sostenibilità?
I progetti nei comuni sono l'elemento centrale e la maggior voce di bilancio di DYNALP². Altri punti importanti sono le manifestazioni comuni, come seminari, escursioni e convegni internazionali. Questi momenti favoriscono il collegamento in rete dei comuni a livello alpino e con ciò mettono a disposizione di tutti le conoscenze localmente presenti.
Il progetto DYNALP2 ha una durata di poco più di tre anni, dall'aprile 2006 al giugno 2009, e viene finanziato dalla Fondazione MAVA per la protezione della natura in Svizzera.
archiviato sotto: ,
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter