Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Cambiamento climatico e pericoli naturali nello spazio alpino

La Commissione Internazionale per la Protezione delle Alpi CIPRA ha organizzato in collaborazione con la Rete di comuni "Alleanza nelle Alpi" un convegno specialistico a livello alpino a Bad Hindelang/D.
Dal 18 al 20 maggio 2006 circa 250 rappresentanti della politica, della scienza, di associazioni, dell'economia e dei comuni hanno discus-so degli effetti del cambiamento del clima sul turismo e dei crescenti pericoli naturali nel territorio alpino.
Secondo gli esperti conseguenze radicali sarebbero ormai inevitabili, anche nel caso in cui tutti gli obiettivi di protezione del clima a livello globale venissero attuati immedia-tamente e pure con una maggiore severità. Secondo il prof. Wolfgang Seiler, di Gar-misch-Partenkirchen, le Alpi sono una regione colpita con particolare violenza da tale cambiamento: la temperatura media negli ultimi decenni è aumentata qui ad una velo-cità doppia rispetto alla media del pianeta. Inoltre il territorio alpino reagisce con un'elevata sensibilità ai mutamenti climatici. Rispetto agli anni '60 il numero delle cata-strofi di grandi dimensioni è aumentato di un fattore 2,8, mentre i danni all'economia sono aumentati di 7,6 volte. In considerazione di questi presupposti appare dunque particolarmente importante reagire ai crescenti pericoli naturali con adeguate misure di pianificazione.
La prof.ssa Helga Kromb-Kolb di Vienna ha evidenziato gli effetti del cambiamento del clima sul turismo: l'innalzarsi della quota della neve sicura nelle zone sciistiche entro il 2050 ad oltre 1500-1800 metri di altezza (secondo previsioni dell'Agenzia per l'ambiente delle Nazioni Unite) provocherebbe un sensibile calo del numero delle zone sciistiche con neve sicura. "Per rimanere competitivi nell'epoca della globalizzazione e del cambiamento climatico è necessario sviluppare offerte differenziate, basate sulle peculiarità delle singole regioni", ha affermato il presidente della CIPRA-Germania Ste-fan Köhler.
Nel convegno più di 50 comuni hanno presentato progetti con cui contribuiscono alla protezione del clima e all'attuazione della Convenzione delle Alpi a livello comunale. I progetti finanziati dall'UE nell'ambito del progetto DYNALP vanno dalla conservazione dei muri a secco, all'offerta di una linea di autobus per il trasporto pubblico fino all'istituzione di un parco naturale.
Fonte: CIPRA International
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter