Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Passi indietro per la promozione di energia ecologica in Austria

Dal 23 maggio l'Austria ha una nuova legge sull'energia elettrica ecologica. Le associazioni ambientaliste e i rappresentanti di interessi delle fonti energetiche rinnovabili la giudicano tuttavia una legge "contro" l'energia ecologica.
Dal 23 maggio l'Austria ha una nuova legge sull'energia elettrica ecologica. Le associazioni ambientaliste e i rappresentanti di interessi delle fonti energetiche rinnovabili la giudicano tuttavia una legge "contro" l'energia ecologica. Da questo momento vengono incentivate nuove centrali a gas attraverso la cosiddetta imposta per gli impianti di cogenerazione, mentre contemporaneamente si riducono dell'80% i fondi destinati allo sviluppo di nuovi impianti di ecoenergia. La legge crea inoltre una grave incertezza giuridica per gli impianti di ecoenergia esistenti, ma anche per i nuovi progetti, poiché l'obbligo di acquisto di ecoenergia troverà applicazione solo in base alla disponibilità di contributi. Inoltre, i costi per la promozione dell'ecoenergia vengono sensibilmente trasferiti a carico delle famiglie, mentre i grandi utenti dell'industria e dell'economia ottengono degli sgravi.
Nel 2005 la produzione di ecoenergia in Austria ammontava a circa 2.200 GWh, pari a poco più del 4% del consumo energetico complessivo. La legge si pone l'obiettivo di raggiungere entro il 2010 una percentuale di ecoenergia del 10%. Con l'attuale aumento dei consumi e con la drastica riduzione del futuro sviluppo di impianti di ecoenergia che si è venuta a creare, gli esperti del settore ritengono che la percentuale di ecoenergia in Austria tenderà piuttosto a diminuire che ad aumentare. Fonte e info: www.igwindkraft.at (de)
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter