Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Nuova risoluzione della CIPRA per la protezione del clima

Oggi a Bad Hindelang/D nel corso dell'Assemblea dei delegati la Commissione Internazionale per la Protezione delle Alpi CIPRA ha approvato una risoluzione sulla "protezione del clima e le strategie di adattamento al cambiamento climatico". Essa sollecita l'Unione Europea, gli organi della Convenzione delle Alpi, gli Stati alpini e tutti gli enti statali e non statali a intensificare gli sforzi per la difesa del clima e a sviluppare strategie sostenibili per prepararsi ad affrontare le crescenti conseguenze del cambiamento del clima.
Proprio lo spazio alpino, un territorio ecologicamente sensibile, è particolarmente colpito dai cambiamenti climatici globali causati anche dalle attività antropiche.
La risoluzione chiede l'applicazione di tutte le misure di risparmio energetico possibili. A tale scopo sono necessarie misure di politica finanziaria, come la coerente inclusione dei costi esterni nei costi energetici - tra cui rientrano anche i costi conseguenti al cambiamento climatico -, nonché misure giuridiche, come ad esempio la definizione di standard minimi e programmi d'incentivazione. La CIPRA è inoltre convinta che i Paesi alpini, con le loro risorse di legno, acqua, sole, vento e geotermia, abbiano tutte le potenzialità per diventare una regione modello nel settore delle energie rinnovabili.
La CIPRA esorta inoltre a valutare tutti gli investimenti turistici a medio-lungo termine sotto l'aspetto del cambiamento climatico e dubita che le misure a breve termine di lotta contro i sintomi, come ad esempio i cannoni da neve, rappresentino strategie di adeguamento al cambiamento climatico efficaci nel futuro. Attraverso la protezione e il risanamento dei boschi di montagna, la salvaguardia e l'individuazione di casse di espansione lungo fiumi e torrenti, la rinaturalizzazione dei corsi d'acqua e la limitazione dell'impermeabilizzazione delle superfici occorre rafforzare le capacità di compensazione della natura. Non per ultimo la CIPRA chiede la redazione o la verifica di carte di rischio dei pericoli naturali e delle inondazioni nel territorio alpino che tengano conto del cambiamento del clima, prestando particolare attenzione alle zone di rischio nella pianificazione urbanistica e delle infrastrutture di trasporto.
Download della risoluzione come PDF: www.cipra.org/it/alpmedia/prese-di-posizione (de/fr/it/sl/en)
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter