Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

La Convenzione delle Alpi solidale con altre regioni montane

Il convegno tematico della 32a seduta del Comitato Permanente della Conferenza delle Alpi si è occupato dei partenariati montani internazionali. In futuro, la Convenzione delle Alpi collaborerà in via prevalente con operatori delle regioni montane dell'Asia centrale, del Caucaso, dei Carpazi e dei Balcani, concentrandosi tra l'altro sulla creazione o il sostegno di reti di comuni e di aree protette.
Nella seduta, tenutasi dal 4 al 6 aprile a Bolzano/I, sono stati affrontati anche molti altri temi. Sono in sospeso i lavori sul tema "Popolazione e cultura", nel cui ambito è attualmente prevista solo la stesura di una dichiarazione politica non impegnativa, alla quale, allo stato attuale, occorre dedicare ancora molta attenzione, affinché, dopo l'accettazione da parte della Conferenza dei Ministri, la dichiarazione porti effettivamente un valore aggiunto alla popolazione alpina. Un ulteriore argomento delicato toccato nella seduta consiste nelle molteplici riserve che la Francia ha posto alla ratifica del Protocollo Trasporti, contro le quali è prevedibile che alcuni Stati protesteranno, per non superare il termine di dodici mesi.
Il fatto che l'Italia sia in ritardo di numerosi anni con il pagamento dei propri contributi al Segretariato Permanente della Convenzione delle Alpi continua a rappresentare un grosso problema per il funzionamento della Convenzione delle Alpi. Il Segretariato Permanente deve quindi cavarsela con un budget ridotto e un organico minimo. Il bando per il posto di Segretario o Segretaria Generale della Convenzione delle Alpi sarà indetto a giugno (chiusura delle candidature al 30 giugno 2006) e la nomina si effettuerà in occasione della IX Conferenza delle Alpi a novembre 2006.
Info: www.convenzione delle Alpi.org (de/fr/it/sl)
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter