Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Il trasporto merci aggira le Alpi via mare

Il trasporto merci via mare per tratte relativamente brevi - trasporto marittimo a breve raggio (Short Sea Shipping) - ha notevoli potenziali di crescita ed è perciò in grado di decongestionare il traffico stradale. Una nuova linea di navigazione circumnaviga già le Alpi collegando la Francia con l'Italia.
Red. I sistemi di trasporto merci intermodali, come il trasporto marittimo a breve raggio, diventano sempre più interessanti quanto più si fa precaria la situazione delle strade. Oltre a ciò essi possono vantare un ecobilancio positivo: un TIR trasporta 50 tonnellate per un chilometro con un litro di combustibile, un treno 97 tonnellate, una nave 127 tonnellate. Dal 2003 l'UE prevede incentivi mirati: il programma Marco Polo (2003-2013) ha una dotazione complessiva di 840 milioni di Euro e si propone esplicitamente di trasferire il trasporto merci stradale ad altre forme di trasporto, come la navigazione marittima e la ferrovia, attraverso un miglior utilizzo delle infrastrutture esistenti. La Commissione Europea in un documento su Marco Polo II afferma "…per realizzare un miglior sistema di trasporto non è necessario creare prima le necessarie infrastrutture di rete su larga scala"1.

Mezzi pesanti via nave
Un esempio in tal senso è offerto dalla nuova linea proposta da GLD Lines tra Francia e Italia. Tre volte alla settimana l'Eurostar Valencia compie il suo percorso di andata e ritorno con un carico massimo di 400 passeggeri e 150 TIR. Il viaggio da Tolone a Civitavecchia dura 15 ore e costa 450 Euro per veicolo e conducente, compresi due pasti. Per i conducenti e le imprese di logistica il vantaggio consiste nel fatto che così possono essere meglio rispettati i tempi di riposo e che il viaggio via nave costa meno rispetto al tunnel del Frejus attraverso le Alpi. Solo il pedaggio per il tunnel ammonta a 200 Euro, a cui si aggiungono i costi del carburante. Lo Stato francese sostiene il servizio con 1 milione di Euro, da parte italiana i trasportatori ricevono 100 Euro per traversata.
Inoltre GLD Lines conta di ricevere ulteriori contributi per tre milioni di Euro.
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter