Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Convenzione delle Alpi: obiettivo su cambiamento climatico e pericoli naturali

Vom Hochwasser zerstörtes Auto.

Una prevenzione complessiva inizia dall'adeguamento dell'assetto territoriale. © CIPRA-International

Il Comitato permanente della Conferenza delle Alpi, composto da alti funzionari delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi, si è riunito dal 27 al 29 settembre a Galtür/A.
La Presidenza austriaca della Convenzione delle Alpi, oltre ai consueti punti all'ordine del giorno, stabilisce ogni volta un diverso tema chiave. Questa volta l'attenzione si è focalizzata sul cambiamento climatico e i rischi naturali. Diverse relazioni hanno presentato l'attuale stato delle conoscenze e hanno segnalato la necessità di agire, in particolare nelle Alpi.
Si è discusso anche della riserva con cui la Francia ha depositato lo strumento di ratifica del protocollo Trasporti. Secondo questa riserva dovrebbe essere in gran parte smantellato uno dei punti cardine del protocollo, la rinuncia a costruire nuove strade di grande comunicazione per il trasporto transalpino. Alcune Parti contraenti e la CIPRA hanno chiesto chiarezza sulle implicazioni di tale riserva. Ora le giuriste e i giuristi del Gruppo di verifica dovranno stabilire se la riserva in questa forma è ammissibile. La Francia ha sottolineato che intendeva presentare solo un chiarimento interpretativo e non una riserva. Un altro tema è stato la realizzazione di un Rapporto sullo stato delle Alpi da parte del Segretariato permanente. Una proposta deve essere presentata entro aprile 2006, un'impresa tutt'altro che facile in considerazione della mancanza di fondi.
Fonte: CIPRA-International
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter